“Porte aperte” per bambini e ragazzi alla ProCiv

I più piccoli potranno ricevere l'attestato di "minipompieri", i genitori potranno scoprire l'operato del gruppo locale di Protezione Civile

Jerago con Orago
Foto varie da Jerago con Orago

“Porte aperte” alla Protezione Civile di Cavaria con Premezzo, domenica 17 aprile, in via Carlo Rosselli 45. Una bella giornata – dale 10 alle 12 e dalle 13.30 alle 17 – anche in collaborazione con l’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco.

Nel quadro di un progetto di Regione Lombardia rivolto alla scuola, a partire dal 31 marzo, con chiusura incontri il 12 aprile, il Gruppo Emergenza Territoriale di Protezione civile di Cavaria con Premezzo ha intrapreso un percorso formativo presso l’Istituto Compressivo Statale “E. Fermi” di Cavaria con Premezzo coinvolgendo 8 classi della Scuola Primaria. Nei vari incontri sono stati trattati argomenti come: chi è la Protezione Civile e i suoi compiti, le divise con i dispositivi di protezione individuali, i rischi nel nostro territorio e di conseguenza i comportamenti, l’esistenza del Piano Emergenza Comunale. Proiettato foto Emergenze ed Esercitazioni.

«Come chiusura all’evento si è organizzato presso la nostra sede di Cavaria con Premezzo Via Carlo Rosselli 45 la giornata “Porte Aperte alla Protezione Civile”. Saranno allestite aree con mostra delle attrezzature e mezzi in dotazione. Con la presenza dell’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco della Provincia di Varese, si è organizzato per tutti i bambini un percorso con prove pratiche, dove avranno la possibilità di essere protagonisti come Minipompieri. Si ringraziano le Insegnanti per averci dato l’opportunità di inserire ore dedicate al modo della Protezione Civile e all’indispensabile presenza l’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco della Provincia di Varese».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.