Possiamo ascoltare il cosmo: incontro sulle onde gravitazionali

Appuntamento con Alberto Sesana, PhD in Fisica, University Research Fellow of the Royal Society all’Università di Birmingham. In programma nell’Aula Magna di via Valleggio, giovedì 28 aprile

onde gravitazionali

Ascoltare l’Universo con le onde gravitazionali” è il titolo dell’incontro a cura di Alberto Sesana, PhD in Fisica, University Research Fellow of the Royal Society all’Università di Birmingham, in programma a Como, nell’Aula Magna della sede di via Valleggio, giovedì 28 aprile 2016, alle ore 14.30. 

L’esistenza delle onde gravitazionali è stata teorizzata per la prima volta da Einstein 100 anni fa. Finalmente, dopo un periodo di studio durato 50 anni, i ricercatori del Laser Interferometer Gravitational-Wave Observatory (LIGO) sono riusciti nell’impresa di rivelarle. Già indicata come ‘la scoperta del secolo’ questo risultato è una pietra miliare nello studio della fisica fondamentale e dell’Universo. Per la prima volta infatti, possiamo ‘ascoltare il cosmo’, dato che queste onde sono del tutto simili a suoni che si propagano nello spazio-tempo.

In questo seminario di carattere divulgativo il dottor Alberto Sesana, che ha conseguito laurea e dottorato in Fisica presso il nostro Ateneo e attualmente è ricercatore all’Università di Birmingham, introdurrà il concetto di onda gravitazionale e presenterà la tecnologia che ha reso possibile la loro rivelazione, soffermandosi poi sul significato e le conseguenze di questa scoperta e su cosa ci riserva il futuro.

L’incontro è stato organizzato dal professor Massimo Caccia del Dipartimento di Scienza e Alta Tecnologia dell’Università degli Studi dell’Insubria.

Il seminario è aperto a tutti gli interessati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.