“Profughi, sono numerosi gli esempi positivi sul territorio”

Silvio Aimetti, sindaco di Comerio, e Fabio Passera sindaco di Maccagno Pino e Veddasca, rispondono al sindaco di Luino Andrea Pellicini sulla gestione dei profughi

Profughi al lavoro per ripulire la città

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di Silvio Aimetti, sindaco di Comerio, e di Fabio Passera sindaco di Maccagno Pino e Veddasca, in risposta all’intervento del sindaco di Luino Andrea Pellicini sulla gestione dei profughi

In riferimento alle dichiarazioni del sindaco di Luino avvocato Pellicini, comparse sugli organi di stampa, in qualità di portavoce della “Rete civica dei Sindaci per l’accoglienza” della provincia di Varese, vorremmo portare il nostro contributo propositivo a questo tema così importante per il futuro del nostro Territorio e del nostro Paese.

Pur condividendo la necessità di una puntuale verifica delle attività dei soggetti che gestiscono l’accoglienza, vorremmo far notare che sono numerosi gli esempi positivi sul nostro Territorio. Quelli dei nostri Comuni, come quelli di altri sindaci, sono casi che dimostrano questo fatto.

La gestione dell’arrivo, l’attivazione dei corsi di italiano, l’impiego di queste persone in attività di volontariato utili alle nostre Comunità e la grande disponibilità manifestata dai nostri Concittadini, dalle Parrocchie e dalle Associazioni, ci possono far affermare con certezza che l’esperienza dell’accoglienza è un’occasione di crescita.

Nella nostra Provincia, le motivazioni ideologiche e la scarsa conoscenza stanno ostacolando questo processo virtuoso, la dimostrazione è che, ad oggi, su un totale di 139 Comuni sono poco più di 30 quelli in cui sono stati attivati dei progetti di accoglienza.

Noi crediamo che solo attivando progetti di accoglienza diffusa per piccoli gruppi sia possibile evitare eventuali speculazioni economiche.
D’altra parte noi siamo Sindaci di questa Repubblica e il nostro Governo ha fatto una scelta ben precisa, che tra l’altro noi condividiamo. Credo che il nostro dovere istituzionale sia innanzitutto quello di dare risposte positive a una scelta nazionale.

Concludiamo quindi invitando il collega di Luino ad un confronto fattivo che permetta a tutti i cittadini di comprendere la reale consistenza di questo fenomeno irreversibile che volenti e nolenti dovremo imparare a gestire in modo costruttivo.

Silvio Aimetti sindaco di Comerio,
Fabio Passera sindaco di Maccagno Pino e Veddasca

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.