Rubavano gli oggetti smarriti sugli aerei, nove nei guai

Si tratta di addetti alle pulizie degli aerei, dipendenti di una società privata attiva in aeroporto

furti smartphone carabinieri malpensa

Nove addetti alle pulizie degli aerei a Malpensa finiscono nei guai per aver rubato a bordo dei velivoli in scalo.

I Carabinieri della Compagnia di Gallarate, a conclusione di  intensa attività  investigativa relativa al furto di oggetti smarriti all’interno dell’Aeroporto Intercontinentale di Milano-Malpensa, hanno denunciato nove dipendenti di una società privata che si occupa della pulizie degli aeromobili.

L’attività ha avuto inizio a seguito della denuncia presentata ai carabinieri da una viaggiatrice, che aveva lasciato a bordo di un aereo un dispositivo informatico. Grazie al dispositivo di localizzazione del telefono della signora i militari hanno scoperto che questo si trovava all’interno di un’abitazione privata.

I militari guidati dal capitano Alessandro Brunetti,  con accurate indagini, hanno raccolto elementi che indicavano le responsabilità di un addetto alle pulizie degli aerei. A seguire sono stati identificati gli altri 8 colleghi, tutti operanti nella stessa azienda che si occupa della pulizia post-volo.

La Procura della Repubblica di Busto Arsizio ha poi concordato pienamente sugli indizi raccolti dai carabinieri e ha disposto le perquisizioni presso le abitazioni dei sospettati, perquisizioni che hanno permesso di rinvenire e sequestrare numerosa refurtiva.

Le perquisizioni hanno permesso di rinvenire smartphone di ultimissima generazione e di valore, tablet, laptop, occhiali da sole di marca, macchine fotografiche, vestiti, cuffie per l’ascolto della musica e altro materiale per un valore complessivo di diverse migliaia di euro.

La Procura sta valutando anche la possibilità di applicare misure interdittive nei confronti dei dipendenti accusati di furto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.