Scapini: «I giovani saranno il punto forte del Varese in Serie D»

Il direttore sportivo fa il punto sul lavoro, già iniziato, per la prossima stagione, nella quale i biancorossi vogliono essere ancora protagonisti

Varese Calcio 1910

Sarà un Varese giovane, ma anche talentuoso e ambizioso, quello che la prossima stagione si giocherà le proprie carte nel campionato di Serie D. Il protagonista del mercato sarà Giorgio Scapini, direttore sportivo, che si è già mosso per inquadrare quale sarà la rosa biancorossa l’anno prossimo.

«Abbiamo iniziato da subito – spiega il direttore sportivo biancorosso – a testare la nuova categoria affrontando amichevoli contro squadre di Serie D (ieri 3-3 con la Bustese, stesso risultato con l’Inveruno). Vogliamo che tutti si rendano conto del salto che andremo a fare, dalla squadra ai tifosi, ma anche noi come staff».
Un salto che si prospetta piuttosto alto, ma Scapini è preparato: «Ci sarà da colmare il gap fisico. Vogliamo mettere a posto la squadra e chi fa calcio lo sa che non sarà un lavoro semplice».

Il nodo principale saranno i giovani, considerando che l’anno prossimo in Serie D ci sarà l’obbligo di far giocare un classe 1996, due 1997 e un 1998, in campo contemporaneamente in ogni partita. Giocatori chiave come Bordin e Azzolin, che sono classe 1995, saranno quindi considerati come senior e le loro posizioni saranno quindi da valutare nello specifico.

«Punteremo sicuramente un portiere under, che sia 1997 o 1998, magari da affiancare a uno esperto, che potrebbe anche essere Bordin. Sicuramente rimarranno i nostri giovani già presenti quest’anno come Zazzi, Balconi, Simonetto, Lercara e anche La Marca. Dovremmo arrivare ad avere 10 o 12 “under” e abbiamo già preso contatti con Inter, Milan e Genoa (al Grifone lavora ora Sean Sogliano ndr) per parlare dei loro ragazzi».

Varese - Trezzano
Le foto di Varese - Trezzano eccellenza
Daniel La Marca in azione (foto Borserini/S. Raso)

Risorse fresche potrebbero arrivare anche dal settore giovanile: «Abbiamo preso la decisione quest’anno di fare una Juniores giovane per la categoria, così da avere una formazione pronta per l’anno prossimo. Qualche ragazzo si è messo in luce e sarà aggregato a inizio preparazione e proverà a guadagnarsi spazio in prima squadra. Dovremo però lavorare molto sul settore giovanile. Il presidente Ciavarrella e il vice Galparoli tengono particolarmente a ciò e il nostro impegno sarà massimo anche per questo».

Riguardo ai giocatori di maggior esperienza invece i contatti sono già iniziati da tempo: «Abbiamo parlato con tutti e valuteremo caso per caso come comportarci. Ci sono trattative in corso e purtroppo, è brutto dirlo, considereremo anche il rapporto qualità-prezzo».

Ultimo punto la guida tecnica e il rapporto con mister Giuliano Melosi: «Il mister ha svolto un ottimo lavoro, così come tutto il suo staff. La società, per sua politica, ragionerà sul lavoro di ogni componente del Varese Calcio e poi farà le sue scelte».

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 15 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.