Tassa sui rifiuti e Tasi, cosa aumenta e cosa diminuisce dopo il Consiglio comunale

Piano delle opere pubbliche, bilancio di previsione, pano delle alienazioni, tasi, Tari e Imu. Sono tanti i punti all’ordine del giorno passati al vaglio del Consiglio

consiglio comunale somma lombardo 2010
consiglio comunale somma lombardo 2010

Piano delle opere pubbliche, bilancio di previsione, pano delle alienazioni, tasi, Tari e Imu. Sono tanti i punti all’ordine del giorno passati al vaglio del Consiglio comunale sommese tra la determinazione della maggioranza e le critiche e richieste di chiarimento delle opposizioni.

Ma alla fine, dalla quadra del bilancio, sono usciti due dati che riguarderanno da vicino i sommesi: il primo riguarda la tariffa sui rifiuti, che aumenta ma con prospetive interessanti, e l’altro riguarda la Tasi, che invece peserà meno sulle tasche delle famiglie.

Per quanto riguarda la tassa sui rifiuti l’amministrazione ha introdotto le nuove tariffe calcolando che peseranno per circa 10 euro in più all’anno a famiglia. La nuova determinazione dipende dal fatto che entra in vigore la nuova convenzione sulla gestione dei rifiuti che fa capo a Sesto Calende e ad una trentina di altri comuni. L’aumento stabilito dipende dal fatto che verranno inseriti nuovi servizi che, si spera, nel tempo potranno far diminuire il costo per tutte le famiglie. «È una sorta di investimento iniziale» dice il sindaco Stefano Bellaria siegando che con la nuova conveznione verranno introdotte molte novitò come, ad esempio, la raccolta puntuale secondo la quale ognuno pagherà sulla base dei rifiuti prodotti e di come condurrà la raccolta differenziata. Inoltre ci sono una serie di convenzioni sullo smaltimento dell’eternit, su campagne di sensibilizzazione nelle scuole e su comunicazioni puntuali alle famiglie attraverso un sito internet e i social network. «Contiamo con questo intervento di portare un risparmio sensibile per tutti nel medio periodo».

Il secondo dato riguarda invece la Tasi che viene azzerata per tutte le prime case di somma Lombardo, qui la maggioranza ha calcolato un risparmio tra i 150 e i 300 euro a famiglia ma per poterlo permettere ha dovuto ritagliare circa 200mila euro nelle pieghe del bilancio comunale complessivo.

Per quanto riguarda gli emendamenti presentati dalle opposizioni nei giorni scorsi alla fine erano solo due quelli passati al vaglio dei revisori e sono stati entrambi bocciati. Il primo era quello che chiedeva il pagamento del parcheggio della stazione ferroviaria per una riqualificazione dell’arredo urbano e la posa di telecamere e wi-fi e l’altro riguardava la riduzione del 20% dei compensi degli amministratori comunali da destinare ad una serie di contributi a frazioni e servizi alle famiglie.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.