Tifosi tentano l’assalto al pullman della Pro Patria

La società stigmatizza, con una nota, il comportamento di alcuni sostenitori che, dopo la sconfitta di domenica che ha decretato la retrocessione in D, hanno tentato di avvicinarsi ai giocatori

Pro Patria: la contestazione dei tifosi (inserita in galleria)

Brutto episodio ai danni dei giocatori della Pro Patria di ritorno dalla sconfitta con il Padova, avvenuta domenica, che ha sancito la retrocessione in serie D della compagine biancoblù. Un gruppo di tifosi, infatti, ha tentato di salire a bordo del pullman coi giocatori per affrontarli.

La società ha diramato una nota stampa che stigmatizza l’accaduto.

Aurora Pro Patria 1919, nelle persone del Presidente, Avv. Emiliano Nitti, e dell’Amministratore delegato, Signora Patrizia Testa, esprime profonda amarezza e indignazione per l’aggressione perpetrata da un gruppo di facinorosi all’indirizzo del pullman della squadra, a bordo del quale giocatori e staff tecnico stavano rientrando dalla trasferta di Padova.

La società comprende il disagio, l’amarezza e la delusione della tifoseria per una stagione assai difficile e purtroppo negativa, ma non può assolutamente accettare il ricorso alla violenza come mezzo di contestazione.

Pertanto, il club stigmatizza e condanna senza appello ogni comportamento che non passi attraverso la parola e il confronto civile e franco.

E’ il caso di aggiungere che azioni come quella di ieri, posta in essere da un gruppo di pochi facinorosi, ledono non soltanto l’immagine e l’onore della Pro Patria, ma rischiano anche di toglierle la possibilità di essere riammessa in Lega Pro nella prossima stagione.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 11 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.