Un weekend a tutto jazz

I concerti del Varese Jazz Festival

Gallarate Jazz Festival
Gallarate Jazz Festival, la serata di sabato

Nuovi appuntamenti in musica, nel weekend, per la terza edizione del Varese Jazz Festival
CA’ DEI SANTI – Via Molini Trotti, 7 – VARESE
ingresso libero – prima consumazione obbligatoria – apericena dalle ore 19,00 – meglio prenotare al 0332 491068
MARCO BIANCHI LEMON QUARTET presenta new cd “Pixel”
Marco Bianchi (vibrafono) – Nicola Tacchi (chitarra) – Roberto Piccolo (contrabbasso) – Filippo Valnegri (batteria)
“Pixel” è l’album d’esordio del “Marco Bianchi Lemon 4et” Il trentacinquenne vibrafonista comasco dà vita ad un album da band leader, in veste di compositore, arrangiatore e produttore. In “Pixel” c’è grande energia, sound e ricerca, in composizioni originali, nel nome dell’estetica jazzistica più moderna e raffinata.
Per l’occasione lo affiancano tre musicisti di livello: Nicola Tacchi (chitarra), Roberto Piccolo (contrabbasso), Filippo Valnegri (batteria).
Il CD vede anche la prefazione straordinaria firmata da Rocco Tanica di Elio e Le Storie Tese.
In 19 anni di carriera, Marco Bianchi ha partecipato a numerosi festival in Italia e all’estero e ottenuto importanti riconoscimenti, anche oltreoceano ed inciso ben 45 dischi, prima di firmarne uno a suo nome. Vanta numerose collaborazioni con i più importanti esponenti del mondo del jazz, tra cui si possono citare nomi come Roberto Gatto, Michel Godard, Gunter “Baby” Sommer, Massimo Nunzi, Andrea Braido, Giovanni Falzone, Alfredo Ferrario, Gianni Basso ed Engelbert Wrobel…
Venerdì 15 aprile – ore 21,00
c/o FUTURO ANTERIORE Spazio Tempo – Via Speri Della Chiesa Jemoli 3 – VARESE
ingresso libero – prima consumazione obbligatoria – apericena dalle ore 19,30 – meglio prenotare al 335 6096244 – info@spaziofuturoanteriore.com – 0332 1765280 (h 10.00 – 19.00)
MOOT TRIO featuring RUDY ROYSTON
Yazan Greselin (piano) – Giorgio Ceruti (contrabbasso) – Rudy Royston (batteria)
Giorgio Ceruti, fondatore del MOOT (Music Of Our Time), qui in versione trio, ha intrattenuto relazioni con musicisti europei e d’oltre oceano tra cui Tony Coe, David Fuze Fuczinsky, Donald Edwards, George Colligan, Eric Harland, Jamire Williams, Matt Stevens, Alex Sipiagin, Peter NIlsson, Klemens Marktl, Eric Mcpherson, Jim Black, Ferenc Nemeth, Kenwood Dennard, Ari Hoenig, Peter Knudsen, Dan Weiss, Nasheet Waits, Johnathan Blake, Achille Succi, Antonello Monni, Camilla Battaglia, Carlo Morena, Giampiero Spina, Giovanni Colombo, J. Kyle Gregory, Laura Fedele, Luca Calabrese, Marco Detto, Marco Tamburini, Tullio Ricci…
Yazan Greselin, classe 1988, inizia in giovane età lo studio del pianoforte con Giancarlo Urso. Nel Febbraio 2012 consegue il titolo di triennio accademico in pianoforte presso il Conservatorio “G. Verdi” di Como, frequenta poi il biennio specialistico nella classe del M.o Alessandro de Curtis. Approfondisce lo studio del pianoforte jazz con il M.o Carlo Morena. Attualmente frequenta il biennio specialistico in pianoforte jazz nella classe del pianista Dado Moroni. Si esibisce indifferentemente come pianista o batterista ed ha all’attivo alcune collaborazioni con diversi musicisti della scena nazionale tra cui Paolo Recchia, Marta Raviglia, Martino Vercesi, Oz Robu Trio, Alessandro Rossi, Gigi Cifarelli, Carlo Gravina…
Rudy Royston
è a tutti gli effetti una star della scena jazz di New York City e del jazz mondiale. Ha all’attivo collaborazioni con Javon Jackson, Bill Frisell, Les McCann, David Gilmore, Ben Allison, Jason Moran, JD Allen, Sean Jones, Jeremy Pelt, Greg Osby, Jennifer Holiday, Tia Fuller, Ravi Coltrane, Ralph Bowen, Bruce Barth, George Colligan, Don Byron, Stanley Cowell, Tom Harrell, John Ellis, Jenny Scheinman, The Mingus Big Band, John Patitucci, Dave Douglas, Luis Perdomo, Joey Calderazzo e molti altri ancora.
Sabato 16 aprile – ore 21,00
c/o FUTURO ANTERIORE Spazio Tempo – Via Speri Della Chiesa Jemoli 3 – VARESE
ingresso libero – prima consumazione obbligatoria – apericena dalle ore 19,30 – meglio prenotare al 335 6096244 – info@spaziofuturoanteriore.com – 0332 1765280 (h 10.00 – 19.00)
FELICE CLEMENTE & JAVIER PEREZ FORTE presenta cd “”Evolución
Felice Clemente (sassofono & clarinetto) – Javier Perez Forte (chitarra classica)
Evolución è un disco che celebra il decimo anno di attività del duo composto dal sassofonista milanese e dal chitarrista argentino.
Dieci anni che racchiudono tre dischi all’attivo, centinaia di concerti e la ricerca di un linguaggio e di una poetica musicale personali. Il percorso fatto finora fa capire che l’evoluzione del linguaggio musicale del duo è stata naturale. Come la metafora di chi cammina da anni e, quando si volta indietro, osserva la strada già fatta scoprendo con soddisfazione che i passi sono stati diversi uno dall’altro; e questo per il semplice piacere di andare avanti, di provare nuovi sentieri, di respirare l’aria di nuove geografie.
“Viandante non c’è cammino, la via si fa con l’andare”, cantava Antonio Machado: così questo loro “andare” tra alfabeti ai confini di un nuovo spazio consente di regalare continuamente, a loro stessi e al pubblico, autentici momenti di stupore e di scoperta.
Rispetto a Escaleras prima e Aire Libre poi, si può dire che la proposta di Evolución è un passo ulteriore, che non ripropone gli stessi stilemi dei lavori precedenti perché neanche i due musicisti sono gli stessi.
Tanto le composizioni originali quanto gli arrangiamenti degli “standard” sono impregnati del loro “essere” in questo momento. Il tentativo di classificare stile e genere della musica che fa il duo è un impresa che alcuni definiscono “difficile”; forse è meglio dire che è non necessario classificare, meglio lasciarsi trasportare dal libero flusso dell’ascolto.”

VIII CONCERTO DELLA TERZA EDIZIONE DEL VAjazzFESTIVAL
Domenica 17 aprile – ore 21,00
c/o TEATRO SANTUCCIO – Via Sacco 10 – VARESE
ingresso € 10,00
FINAL STEP presenta cd/dvd “Live @ Il Magazzino”
Matteo Finali (chitarra) – Fabio Buonarota (tromba) – Mirko Roccato (sax tenore) – Gabriele Pezzoli (tastiere) – Francesca Morandi (basso)
Dario Milan (batteria) – Silvano De Tomaso (percussioni)
Dal confine del Canton Ticino, arriva Final Step, la band italo-svizzera del chitarrista Matteo Finali, che presenta “Live @ Il Magazzino”, terzo album del gruppo, dalla sua costituzione nel 2003. I diversi background musicali di tutti i membri della band si colgono benissimo nella musica d’insieme: una fusione di musica jazz, rock, funk, blues ed etnica. L’album è stato registrato nello studio di Mauro Fiero, che ha anche prodotto l’album, insieme con Matteo Finali e Dario Milan.
“È stata davvero un’esperienza straordinaria” dice Matteo Finali. “Lo Studio di Mauro è molto grande, quindi siamo venuti con l’idea di registrare il nostro album davanti ad una platea, per catturare l’atmosfera unica di un concerto dal vivo. La chimica tra la band e il pubblico è stata fantastica!”
I travolgenti assoli della chitarra elettrica di Matteo Finali, sono perfettamente posizionati nei punti culminanti dei vari brani e lo spettacolo dal vivo, in cui trova ampio spazio la creatività dei singoli, risulta estremamente vigoroso e coinvolgente, un’intensa proposta di un jazz ricco di influenze diverse, quanto mai originale e per certi versi sorprendente.

La terza edizione del VAJAZZFESTIVAL “Rowing against the tide/Remando contro la corrente” ha preso il via lo scorso giovedì, 7 aprile
Il primo appuntamento della seconda tranche di quattro concerti si terrà presso Ca’ dei Santi (bellissimo ambiente tutto da scoprire!!!) in Via Molini Trotti 7 a Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.