Una cooperaiva si fa avanti per l’asilo nido

Un soggetto ha partecipato alla procedura di aggiudicazione della gestione, che si concludeva il 17 aprile. Il sindaco: “Fiduciosi”

gavirate armino asilo scuola materna

Ci vorranno ancora alcune settimane prima di sapere se il soggetto avrà i requisiti di legge. Ma almeno un passo avanti, dopo due gare andate deserte, questa volta si è fatto.

Il tema è delicato in paese e riguarda soprattutto le giovani coppie con figli piccoli: quale sarà il futuro dell’asilo nido di Armino?
Il 17 aprile scorso è infatti scaduto il tempo per partecipare alla procedura di affidamento in concessione della struttura: una sorta di gara con determinazione a contrarre da parte del Comune che già in due occasioni andò deserta (ma le procedure nei due casi precedenti erano differenti): c’era da individuare un soggetto che si prendesse in carico la gestione di decine di bimbi piccoli (fino a tre anni) che vengono seguiti da educatrici specializzate.

Ora il soggetto che gestisce l’asilo è la fondazione D. Bernacchi-Gerli Arioli Onlus di Gavirate che risulta rinunciataria dell’incarico sebbene abbia garantito la continuazione del servizio fino al prossimo luglio.

«Alla procedura di aggiudicazione ha partecipato un soggetto – commenta il sindaco di Gavirate Silvana Alberio – . Si tratta di una cooperativa che opera nel settore e che gestisce già strutture del genere. L’iter prevede adesso che gli uffici comunali valutino se sono presenti i requisiti di legge e ci vorrà ancora un mese, nella migliore delle ipotesi tre settimane, per sapere se il soggetto è idoneo».

La questione della gestione del nido è argomento piuttosto dibattuto nella comunità gaviratese tanto che fu al centro di un’interrogazione da parte delle minoranza nel corso dell’ultimo consiglio comunale.

«Da parte nostra siamo fiduciosi che la vicenda si risolva con esito positivo – conclude Alberio – . Ci tengo a sottolineare che si tratta di una questione che abbiamo ereditato dalla precedente amministrazione e per la quale stiamo trovando una soluzione».

di andrea.camurani@varesenews.it
Pubblicato il 19 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.