Una Pro Patria con i cerotti ospita il Mantova per l’ultima allo “Speroni”

I tigrotti scenderanno in campo sabato 30 aprile alle ore 14.30. Tante assenze per i tigrotti tra squalifiche e infortuni

Pro Patria Padova - novembre 2015
Incontro finito a reti inviolate tra Pro Patria e Padova

Ultima gara di campionato allo “Speroni” per la Pro Patria, che sabato 30 aprile alle ore 14.30 affronterà il Mantova.

I tigrotti non approcciano bene la gara, non solo a causa degli ultimi risultati negativi e la matematica retrocessione, ma anche per i tanti infortuni. Bastone, Vettraino e Zato sono bloccati dalla febbre, capitan Ferri non ha risolto il problema alla caviglia, Capua ha una contrattura muscolare e anche Degeri sarà in forse per un fastidio al quadricipite.

L’unico obiettivo della squadra di Alvardi e Mastropasqua è quello di cercare di chiudere quanto meno con un risultato positivo davanti ai propri tifosi questa annata, che però non potranno godere di una delle poche note positive di questa stagione, Santana, che salterà il match a causa della squalifica.

Il Mantova, terzultimo con trenta punti, è sicuro dei playout, ma a Busto Arsizio dovrà cercare di fare risultato pieno per avere il vantaggio del campo e dei risultati negli spareggi.

All’andata al “Martelli” finì 1-1 con il gol di Momentè – ora al Bassano – a pareggiare il vantaggio di Capua. Fu un mezza beffa per la Pro, che subì gol in pieno recupero dopo che lo stesso Momentè infortunò La Gorga con un gomito troppo alto, forzando mister Pala al cambio in porta con l’inserimento di Demalija in un finale infuocato. Lo stesso mister bergamasco vide in quell’episodio lo “sliding doors” della stagione della Pro, che da quella gara non si riprese mai totalmente, perdendo poco dopo lo scontro diretto con il Renate, affossando le proprie speranze salvezza.

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 29 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.