Una settimana di controlli 420 multe per eccesso di velocità

Con un dispiegamento di 28 pattuglie in 21 posti di controllo la sezione polizia stradale di Varese ha impiegato “Autovelox” e “Telelaser” per monitorare le auto

autovelox

Una settimana di controlli sulla velocità delle auto con un dispiegamento di 28 pattuglie in 21 posti di controllo ha portato a 420 contestazioni per eccesso di velocità, di cui 104 direttamente su strada e di queste, 7 a carico di motoveicoli.

La sezione polizia stradale di Varese, nella settimana dal 18 al 24 aprile, ha messo in atto su tutta la provincia di Varese, servizi specifici sul controllo della velocità nell’ambito della campagna promossa dalla Comunità Europea denominata “Tispol SPEED” al fine di aumentare ulteriormente la sicurezza stradale su tutto il territorio.

Nei molteplici posti di controllo allestiti, sono state attivate tutte le apparecchiature speciali in dotazione, in particolare “Autovelox” e “Telelaser” in grado di misurare la velocità da una postazione fissa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Quando procedo a 50m/h o 60 km/h potrei catalogare una infinita serie di facce incazzate che incollate al paraurti me ne tirano di ogni.

  2. Scritto da Bustocco-71

    I limiti di velocità sono sacrosanti quando sono giusti. In parecchi casi invece sono ridicolmente bassi, e fanno sì che la gente non li consideri. Esempi? A bizzeffe. SS 33 tra Busto e Gallarate. Il limite di 80 km/h sulla A60 tra Gazzada e Vedano, da 2 km prima dell’uscita di Vedano e fino a 2 km dopo l’ingresso di Vedano verso Gazzada. Ma che senso hanno? Di sicuro non quello di aumentare la sicurezza, anzi, l’esatto opposto.