Una veranda sul nuovo lavoro: apre il social hub di Cesvov

E' uno spazio per scambiare esperienze e produrre idee ad alto valore sociale quello che Cesvov ha aperto nella sua cinquecentesca sede

Il social hub di Cesvov

Uno spazio per confrontarsi, riflettere, scambiare esperienze e produrre idee ad alto valore sociale: è quello che Cesvov ha aperto all’interno della sua storica sede di villa Perabò nel parco dell’Istituto de Filippi in via Marzorati a Varese.

Galleria fotografica

Il social hub di Cesvov 4 di 11

«Cesvov nasce per dare un supporto alle associazioni di volontariato del territorio ma anche alle persone – spiega Massimiliano Pavanello, responsabile area promozione di Cesvov – . Ma anche per dare un supporto delle persone: per esempio ci siamo sempre occupati di dare un supporto ai giovani, con la gestione del volontariato europeo. Proprio lavorando con loro ci siamo resi conto che proprio durante queste esperienze i ragazzi sviluppano delle competenze che possono essere tradotti in lavoro, in idee professionali. Da qui è nata l’idea di ricreare l’atmosfera di scambio proficuo che nasce nelle esperienze volontarie per sviluppare delle professionalità sviluppabili»

A disposizione di chi vorrà cominciare o ricominciare la sua vita lavorativa, oppure portarla avanti in un ambiente fertile di scambi, c’è la veranda del villino cinquecentesco: tutta a vetrate, sul parco del de Filippi, questo luogo luminoso avrà spazio per 12 postazioni “volanti” e 4 angoli lavoro-studio più stabili, oltre a un angolo relax e relazioni che comprende frigo, microonde, macchinette e “boccione” dell’acqua.

«Questo spazio non vuole essere un coworking puro e semplice, ma un ambiente dove si confrontano diverse professionalità e attitudini, in un ambiente dove è possibile rendere fertili le idee» spiegano. Per questo Cesvov “metterà del suo” aiutando a intessere relazioni, mettendo in sinergia le persone, fornendo aiuuto pratico o intessendo nodi.

Ma penserà anche a «Mettere nuove panchine nel parco, o aumentare le macchine automatiche con snack del mercato etico o a impostazione salutista» perchè non si dimentichi l’impostazione solidale degli spazi. «Quello che noi speriamo è che qui nascano e crescano realtà professionali che creano benessere: per l’ambiente, per le persone, per un mondo più equo,. E per questo mettiamo a disposizione gli spazi».

Per maggiori informazioni per ora si può scrivere a promozione@cesvov.it oppure chiamare in sede: fra poco sarà pronto però il sito dedicato.

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 05 aprile 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il social hub di Cesvov 4 di 11

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.