Accordo Univa-Unicredit per la crescita e la competitività

L'accordo prevede quattro diverse tipologie di finanziamento mirati alla ricerca, all'innovazione, alla fase di startup e agli anticipi di spesa su misure di finanza agevolata

incontro unicredit ville ponti

La ricerca e l’innovazione rappresentano un fattore fondamentale per il progresso e lo sviluppo della società, consentendo alle imprese di accrescere la propria competitività per poter essere riconosciute anche sui mercati internazionali. È da questa premessa che nasce la convenzione “Crescita e competitività: ricerca, innovazione e start up” già siglata in data 22 febbraio 2016 tra UniCredit e Confindustria Lombardia e ora estesa alle imprese associate all’Unione degli Industriali della Provincia di Varese. (foto sopra: Antonella Ghiorso, area manager Varese di UniCredit )

L’accordo prevede l’attivazione di percorsi specifici di accesso al credito e sostegno alle attività di ricerca e innovazione.
«Secondo una rilevazione del nostro Ufficio studi, nel 2015 il 72% delle imprese intervistate ha realizzato degli investimenti nel corso del 2015, per il 63% di entità superiore all’anno precedente. Rispetto al 2014, inoltre, è salita dal 30% al 45% la percentuale di imprese che hanno effettuato investimenti di ampliamento della capacità produttiva e non semplicemente, dunque, di sostituzione e ammodernamento. Questo è il segno di un fermento nel sistema produttivo locale che deve essere sostenuto e che non riguarda solo gli investimenti produttivi, ma che coinvolge anche le nuove strategie aziendali, come quelle basate ad esempio sui Cluster. Aggregazioni che vedono il sistema manifatturiero del Varesotto particolarmente impegnato sui fronti dell’aerospazio, dell’industria energetica e della fabbrica intelligente» dice il presidente di Univa, Riccardo Comerio.

«La ricerca e l’innovazione sono le basi per competere e crescere – dichiara Antonella Ghiorso, area manager Varese di UniCredit – le richiede il mercato e ancor più i clienti. Supportiamo finanziariamente le imprese e le start-up del nostro Territorio nei loro percorsi di crescita perché crediamo nei loro progetti. L’accordo odierno prevede un iter specifico di accesso al credito che costituisce sinergie tra banca, imprese, cluster, associazioni di categoria e mondo universitario e della ricerca, nei confronti dei quali UniCredit da tempo manifesta una forte attenzione e sensibilità».

L’accordo si compone di quattro diverse tipologie di finanziamento mirato: ricerca (finanziamento fino a 7 anni finalizzato alla realizzazione di progetti di Ricerca & Sviluppo destinati alla creazione di nuovi prodotti, processi produttivi e servizi tecnologicamente innovativi per l’impresa), innova (finanziamento fino a 7 anni per investimenti per arricchire il contenuto tecnologico di prodotti, processi e servizi dell’impresa richiedente e al miglioramento della organizzazione e della sua struttura aziendale),  startup (destinato alle aziende in fase di costituzione prevede un finanziamento fino a 7 anni per gli investimenti e una disponibilità a breve termine per la gestione del circolante), anticipo contributo (finanziamento relativo ad anticipi di spesa su misure di finanza agevolata, coerenti con il piano d’investimento).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.