Will Smith e Toni Servillo tornano sul grande schermo

Il primo è protagonista di Zona D'Ombra, il secondo di Le confessioni. Al cinema anche Codice 999

Cinema
cinema film pellicole locandine

Will Smith è il protagonista di Zona d’ombra, nelle sale italiane da giovedì 21 aprile. Il film racconta la storia vera di Bennet Omalu, il neuropatologo che scoprì un’importante malattia degenerativa che colpiva i giocatori di football in seguito a incidenti di gioco che comportavano traumi alla testa. Il medico tentò in ogni modo di portare all’attenzione dell’opinione pubblica il rischio cui i giocatori erano sottoposti, lottando solo contro un ambiente che ignorava il pericolo in virtù degli interessi economici legati al football.

Le confessioni, con Toni Servillo, uscirà al cinema il prossimo 21 aprile. Mentre in un lussuoso albergo tedesco si sta per tenere un G8 che discuterà una manovra dalle conseguenze economiche molto pesanti, un evento inaspettato e tragico impedisce al meeting di cominciare.

Sembra che un monaco, ospite dell’hotel, sia venuto a conoscenza della strategia che verrà adottata in seguito al G8 da parte di uno dei partecipanti, durante la confessione. Mentre il religioso si trincera nel silenzio, i ministri dell’Economia diventano sempre più nervosi e cercano di convincerlo a raccontare quello che gli è stato riferito.

Codice 999 è un mix di azione e suspense al cinema dal 21 aprile. Il titolo è preso in prestito dal codice utilizzato dalla polizia per indicare che un agente è stato colpito, ed è proprio il diversivo che fa al caso di una squadra di poliziotti corrotti. Impegnati in una rapina complicatissima commissionata dalla mafia russa, i protagonisti decidono di sacrificare una giovane recluta per creare confusione e portare a termine il colpo. Inaspettatamente, il collega scelto come vittima riuscirà non solo a mandare a monte il piano, ma darà il via a una frenetica caccia all’uomo…

di
Pubblicato il 20 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.