Varese News

Saronno/Tradate

Al via il progetto delle biblioteche saronnesi “Leggere: che bello!”

Cominciano le iniziative di promozione della lettura e di approfondimento sui Disturbi Specifici dell’Apprendimento e la Comunicazione Aumentativa e Alternativa del Sistema bibliotecario di Saronno

libri generiche
foto generiche di libri, biblioteche, librerie

Al via il progetto delle biblioteche saronnesi “Leggere: che bello!”. È questo il titolo delle iniziative di promozione della lettura e di approfondimento sui Disturbi Specifici dell’Apprendimento e la Comunicazione Aumentativa e Alternativa del Sistema bibliotecario di Saronno. Regione Lombardia ha infatti finanziato con un contributo di 15.400 € il progetto “Leggere: che bello!”, in corso di realizzazione nelle biblioteche del Sistema bibliotecario di Saronno, costituito dalle biblioteche di Saronno, Caronno Pertusella, Ceriano Laghetto, Cislago, Cogliate, Gerenzano, Lazzate, Misinto, Origgio, Rovello Porro, Turate ed Uboldo.

Il progetto, rivolto a bambini e ragazzi dai 3 agli 11 anni, vuole promuovere la lettura attraverso modalità accattivanti, rilanciare la figura della biblioteca come luogo di incontro e condivisione di esperienze e avvicinare maggiormente i bambini afflitti da Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA,) e disagio comunicativo favorendo un approccio più facile e piacevole alla lettura e costruendo una rete di contatti, informazioni, collaborazioni e servizi da mettere a disposizione di genitori, insegnanti ed educatori che si trovano di fronte ad una situazione complessa e di difficile gestione.

Nell’ambito del progetto “Leggere: che bello!”, il Sistema bibliotecario di Saronno ha realizzato la bibliografia “Taccuino di Viaggio”, creata utilizzando accorgimenti visivi in modo da renderla facilmente leggibile anche ai bambini dislessici e stampata e distribuita in 8000 copie all’interno dell’area di cooperazione.
Nei mesi di ottobre e novembre sono inoltre in programma ben 52 attività di animazione che verranno realizzate nelle biblioteche del Sistema in collaborazione con le scuole dell’infanzia e primarie del territorio.
In ottobre inizierà, presso l’Auditorium A. Moro di Saronno, un ciclo di 3 incontri serali condotti da esperti dell’Associazione Italiana Dislessia per fornire a genitori, insegnanti ed educatori informazioni su come affrontare concretamente i Disturbi Specifici di Apprendimento. Si tratta del 2° ciclo di conferenze sull’argomento, organizzato per rispondere a numerose richieste di approfondimento formulate da genitori, educatori e insegnanti.

Giovedì 27 ottobre Milena Catucci, Docente di Scuola primaria, parlerà di “Leggere: una sola parola, mille diverse sfumature”, illustrerà le modalità di apprendimento dei ragazzi con DSA e darà suggerimenti su attività da adottare in classe e a casa per facilitare l’apprendimento.
Giovedì 3 novembre Cristiano Termine, neuropsichiatra infantile presso l’Ospedale “Filippo del Ponte” e professore associato dell’Università dell’Insubria parlerà di “Ambiente educativo e nuove tecnologie: quali effetti sul cervello?”;
e infine.
Venerdì 25 novembre Giacomo Cutrera, ingegnere dislessico vicepresidente dell’Associazione italiana Dislessia racconterà la propria storia: una testimonianza preziosa e di sicuro interesse non solo per gli adulti ma anche per i ragazzi.

Ai ragazzi dislessici verrà inoltre proposto un laboratorio per sperimentare, guidati da docenti formatori AID, diverse modalità di lettura e scoprire che forse, con questo approccio, leggere non è più così difficile. Il laboratorio, rivolto a ragazzi dalla 4° primaria alla 3° secondaria di primo grado con diagnosi di dislessia, si terrà presso la Biblioteca di Saronno sabato 22 ottobre e 5 novembre.
A partire dal mese di ottobre presso la Biblioteca di Saronno verrà inoltre aperto uno sportello sulla tematica della dislessia curato da esperti dell’AID al quale i genitori potranno rivolgersi gratuitamente e su appuntamento per avere informazioni sul percorso diagnostico e scolastico e sulla legislazione vigente in merito ai Disturbi specifici di Apprendimento.

Infine, il progetto “Leggere: che bello!” sarà l’occasione per ricordare la possibilità di accedere alla biblioteca del LibroParlatoLions, che consente agli utenti con DSA o disabilità visiva l’accesso gratuito alla biblioteca di “libri parlati” che al momento dispone di oltre 8000 libri letti da donatori volontari di voce.

«Grazie al contributo di Regione Lombardia – sottolinea l’Assessore alla Cultura del Comune di Saronno e Presidente dell’Assemblea dei Sindaci del Sistema bibliotecario, Lucia Castelli – non solo avremo l’opportunità di valorizzare le biblioteche che fanno parte del nostro Sistema coinvolgendo tanti bambini, ma potremo dare preziose indicazioni ai genitori per orientarsi nel mondo dei DSA ed essere in grado di aiutare i propri figli sia a casa sia a scuola”

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.