Varese News

Busto Arsizio/Altomilanese

Una “class action” contro il cartello delle case costruttrici di autocarri

CNA Fita è tra le prime in Europa e l’unica in Italia a promuovere una azione collettiva contro il cartello delle case produttrici di autocarri, recentemente sanzionato con una multa di quasi 3 miliardi di euro

camion
Delivery Vehicles in the parking lot

CNA Fita è tra le prime in Europa e sinora l’unica in Italia a promuovere una “class action” a favore degli autotrasportatori contro il cartello delle case produttrici di autocarri, recentemente sanzionato dalla UE con una multa di quasi 3 miliardi di euro.

UNA SUPERMULTA CONTRO IL CARTELLO DEI PRODUTTORI DI AUTOCARRI

L’azione collettiva riguarda chi ha acquistato veicoli commerciali tra il 1997 e il 2011, e CNA Fita è pronta all’azione legale contro le case costruttrici di veicoli commerciali e industriali condannate, dall’Antitrust, alla sanzione più alta mai comminata nella storia dell’Unione Europea, pari a tre miliardi di euro.

La megamulta è stata decisa per punire i comportamenti illeciti portati avanti dai costruttori coinvolti, in un periodo di tempo che va dal 1997 al 2011: quattordici anni in cui i vertici dei vari marchi si sono incontrati e accordati su aumenti dei prezzi e tempistica per l’introduzione di tecnologie anti-inquinamento. Le case costruttrici coinvolte sono tra le più famose del settore: DAF, Daimler/Mercedes-Benz, Iveco, MAN/Volkswagen, Volvo/Renault e Scania.

UNA AZIONE COLLETTIVA RIVOLTA AGLI AUTOTRASPORTATORI PER FARSI RISARCIRE

«CNA Fita si è attivata tempestivamente per promuovere l’azione legale risarcitoria – spiegano i vertici dell’associazione varesina – Quanto riscontrato dalla UE è di una gravità senza precedenti. Le case costruttrici dovranno indennizzare i nostri imprenditori per i maggiori costi, che a causa dei loro patti hanno dovuto sostenere. Troppo frequentemente chi subisce e paga di più sono le piccole e medie aziende, soprattutto quelle artigiane: per questo abbiamo prontamente predisposto la class action, che sarà totalmente gratuita, quindi senza alcun onere da sostenere, per i nostri associati».

L’azione collettiva promossa dalla CNA Fita è aperta a tutti gli autotrasportatori che hanno acquistato, preso in leasing o noleggiato a lungo termine camion di medie (da 6 a 16 tonnellate) o grandi dimensioni (oltre 16 tonnellate) delle marche citate, immatricolati tra il 1997 al 2011. I soggetti interessati, che abbiano la copia della documentazione che comprova l’acquisto o il leasing con la relativa documentazione fiscale e bancaria, possono contattare la sede CNA di Varese (responsabile CNA Fita Roberto Bernasconi, tel. 0332 285289 – rbernasconi@cnavarese.it).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 ottobre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.