Varese News

Salute

Esperti a confronto sulle “MAV”: malformazioni arterovenose cerebrali

Professionisti di 13 nazioni fanno il punto sulle malformazioni arterovenose cerebrali. Appuntamento venerdì 2 dicembre all'hotel Hilton di Milano

chirurghi
apparecchi laser operazione sala operatori

Un meeting a Milano per definire da parte dei massimi esperti europei i criteri di trattamento di una patologia che, non sempre, viene gestita in modo adeguato.

Le MAV (Malformazioni Arterovenose Cerebrali) costituiscono una malattia molto seria e tecnicamente  complessa da curare e per la quale, spesso, i pazienti e i loro familiari ricevono, da più parti, informazioni diversificate e talvolta confuse.

L’Ospedale di Niguarda, un centro di riferimento in Italia, unitamente agli esperti da tutta Europa ha organizzato questo “European Consensus Conference”(con il patrocinio della Società Italiana di Neurochirurgia e della Associazioni Europee delle Società di Neurochirurgia, Neuroradiologia e Radiochirurgia ) per definire una linea di comportamento coerente e di successo per questa patologia.

Importante ricordare che, quando interviene una malformazione cerebrale sanguina, vi è quasi il 50% di possibilità di rimanere neurologicamente compromessi o di morire. Da qui l’importanza di linee di comportamento chiare ed efficaci.

L’Ospedale di Niguarda porterà, attraverso i direttori della Neurochirurgia Marco Cenzato, e della Neuroradiologia Edoardo Boccardi, l’esperienza, fatta di un lavoro comune e sinergico tra Neurochirurghi, Radiochirurghi e Neuroradiologi.

Un paziente perfettamente guarito da un episodio di sanguinamento, avvenuto durante una corsa motociclistica in pista, sarà presente per raccontare la sua storia.

Venerdi 2 dicembre gli esperti saranno a disposizione per un press-meeting alle 11.00 all’Hotel Hilton (via Galvani 12, Milano)

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 novembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.