Varese News

Varese Laghi

Ferrovie Nord al Comune: “O intervenite o abbattiamo il ponte”

La raccomandata arrivata al sindaco di Casciago Andrea Zanotti è perentoria, ma il primo cittadino casciaghese non ci sta ed è pronto a dare battaglia

Casciago
foto di Casciago, Morosolo e Casarico

Non solo le Poste che minacciano di andarsene, Enel che non attiva i collegamenti come dovrebbe, Telecom che non interviene se cade la linea telefonica. La vita dei sindaci della zona a ridosso di Varese, in questo caso Casciago, si sta facendo abbastanza complessa.

Questa volta è Ferrovie Nord Spa che rovina il sonno di Andrea Zanotti, primo cittadino di Casciago. Con una raccomandata spedita in data 17 novembre la società ha scritto al Comune intimando di intervenire sul ponticello che sovrasta la ferrovia sulla linea Varese – Laveno, il cavalcaferrovia per la strada consortile che collega Casciago al Ronco di Morosolo. Una strada di campagna inserita nei percorsi dei sentieri del Parco del Campo dei Fiori e che viene percorsa da trattori, fuoristrada e (poche) auto.

Le prime comunicazioni da parte di Ferrovie Nord sono della fine del 2015. Il Comune allora ha emesso l’ordinanza per il divieto di transito con tanto di new jersey stradali, panettoni di cemento, cartelli e fasce bianche e rosse; tutto sistematicamente tolto, rovesciato, ribaltato in poche ore. Ora il sindaco Zanotti, con un post su Facebook, chiede di rispettare le limitazioni alla sola viabilità ciclopedonale, ma non si limita a questo.

«Ci hanno inviato nuovamente una bozza di convenzione che già avevamo rigettato. Secondo loro infatti dobbiamo occuparci noi della manutenzione di parte del ponte, altrimenti nel giro di tre mesi lo tirano giù. Io non capisco – spiega Zanotti -: se il ponte è loro, perchè se ne deve occupare il Comune? E se è pericolante, perchè non lo mettono a posto? Quello è un punto importante di collegamento fra due zone del paese, è utile, non è pensabile che venga abbattuto. Se vogliono fare una convenzione, sediamoci al tavolo e parliamone: del ponte si occupano loro, la stazione la danno al Comune e con i soldi che risparmiano dalla manutenzione di quello stabile, sistemano il cavalcaferrovia. Già in passato erano stati fatti tentativi per acquisire la stazione, ma poi tutto è naufragato e la passata amministrazione ha restituito lo stabile a Ferrovie Nord. Non ci sto a questo tipo di comunicazioni che sanno di “ricatto”. Scriverò al Prefetto per segnalargli la questione. È l’ennesima dimostrazione che troppo spesso si perde di vista il senso della pubblica utilità in favore di logiche private che puntano solo al profitto».

LA RACCOMANDATA INVIATA DA FERROVIE NORD SPA AL COMUNE

img_0562

di tommaso.guidotti@varesenews.it
Pubblicato il 29 novembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.