Varese News

Lombardia

Lombardia, via libera in Commissione a bilancio di previsione 2017

La manovra andrà al voto dell’Aula i prossimi 20 e 21 dicembre

pirellone milano
Foto varie

La Commissione Bilancio, presieduta da Alessandro Colucci (Lombardia Popolare) , ha dato oggi il primo via libera al  Bilancio di previsione 2017-2019  e ai provvedimenti finanziari conseguenti alla manovra finanziaria di fine anno (Legge di Stabilità e Collegato). Presente alla seduta di Commissione l’Assessore all’Economia Massimo Garavaglia che ha sottolineato come “nonostante i tagli da Roma, non ancora quantificati,  la Lombardia mantiene i pilastri della propria azione politico-amministrativa: niente tasse e garanzia per la spesa strategica e sociale, nel cui capitolo rientrano anche i 500 milioni stanziati per la sanità”.

I provvedimenti finanziari sono accompagnati da una relazione tecnica nella quale si evidenziano come “ i tagli effettuati in questi anni dal Governo centrale  abbiano costretto la Lombardia a dover prevedere meno risorse per le politiche di spesa in misura consistente”, cui si aggiunge anche un calo di 56 milioni delle entrate tributarie collegate al bollo auto. Per far fronte alle necessità di bilancio, si è puntato sul “rigoroso contenimento delle spese di funzionamento” che ha portato alla riduzione di 13 milioni delle spese di funzionamento della Giunta, di 500 mila euro per il Consiglio regionale e  di altri 37 milioni per il Sistema regionale complessivo. La relazione avverte che i risparmi tuttavia non sono sufficienti ad azzerare gli effetti dei tagli statali e che quindi , dando per scontato che c’è la ferma volontà di non aumentare le tasse,  vanno messe in conto anche “scelte gravose sulle priorità delle politiche di spesa non finanziabili”.
Per il 2017 il Bilancio di previsione di Regione Lombardia è fissato in 26 miliardi di euro, di cui 18 miliardi e 309,9 milioni sono destinati al servizio sanitario regionale.  Tra le voci più importanti quella sul del welfare nel quale alle politiche socio-sanitarie per il sostegno alla famiglia, alla non autosufficienza, alle aree materno infantili è destinato 1 miliardo e 713 milioni per ciascun anno del triennio.

In Commissione si è molto dibattuto su due articoli del Collegato Ordinamentale, gli articoli 3 e  4, riguardanti rispettivamente  la partecipazione di Regione Lombardia  al  GECT Reno-Alpi “Alleanza Interregionale per il Corridoio Reno-Alpi” (con relativa adesione in qualità di membro del Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale) e il riordino delle partecipate. Il PD attraverso il capogruppo Enrico Brambilla ha espresso riserve proprio su questi due articoli, sottolineando la necessità che sulle questioni vi sia “il coinvolgimento del Consiglio regionale in modo che possa esprimere valutazioni  ed esercitare dunque il potere di controllo e di indirizzo. Non possiamo poi – ha aggiunto Brambilla – non avanzare dubbi sulle coperture destinate ad Asam ( la Holding delle partecipazioni societarie facenti capo a Finlombarda S.p.A, ndr) per le quali chiediamo chiarezza sulle durata delle garanzie che vengono fornite e sulla destinazione dei fondi”. Perplessità sul riordino delle partecipate anche per il Movimento 5 Stelle, che attraverso Stefano Buffagni ha messo nel mirino gli aiuti alla Fondazione Biomedica di Nerviano “un buco nero del bilancio regionale”, ha detto.  Sulla Fondazione Biomedica Buffagni ha preannunciato che il Movimento 5 Stelle tornerà a chiedere una commissione d’inchiesta. Sui provvedimenti finanziari, PD e Movimento 5 Stelle, che hanno votato contro il bilancio di previsione, hanno annunciato comunque per l’Aula emendamenti e ordini del giorno.

Restiamo in attesa di capire come impatti sui nostri conti la Legge di Stabilità nazionale – ha sottolineato il Presidente della Commissione Bilancio Alessandro Colucciper capire se da qui alla discussione dei provvedimenti in Consiglio ci sono ulteriori spazi di manovra in bilancio, soprattutto per quanto riguarda  il sostegno agli accordi di programma per lo sviluppo territoriale”.

I progetti di legge riguardanti la manovra finanziaria andranno al vaglio dell’Aula per l’approvazione definitiva i prossimi 20 e 21 dicembre nella Sessione di Bilancio di fine anno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 novembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.