“Veronesi ha cambiato il modo di comunicare il cancro”

Lo ha conosciuto come paziente e poi lo ha seguito nella sua veste di volontaria al fianco delle donne. Il ricordo di Umberto Veronesi nelle parole di Adele Patrini, presidente di Caos

adele patrini con umberto veronesi

« Non è stato solo un grande medico. Ha cambiato il modo di comunicare il cancro». Adele Patrini, presidente di CAOS, associazione di volontariato che si occupa di donne con il tumore al seno, ha conosciuto molto bene Umberto Veronesi, come paziente e come volontaria : « Quando le donne terrorizzate dalla radiografia entravano nel suo studio, ne uscivano sempre allegre, rincuorate. Lui aveva quel modo di fare scanzonato e allegro che sgretolava tutte le ansie».

Adele Patrini è volontaria di Europa Donna associazione nata da un’intuizione del Prof. Veronesi che  ha indicato la strada per influire sulle decisioni che le Istituzioni mettono in atto per la programmazione della nostra salute: « Abbiamo imparato da lui che la nostra voce può essere ascoltata e che il nostro parere conta».

La grande forza del professore scomparso all’età di 91 anni, è stata quella di ascoltare le donne mettendosi in sintonia: « Era l’inizio degli anni ’70 – ricorda Adele – un’attrice di teatro, specializzata nelle opere di Goldoni, si presentò nel suo studio: “ Se lei mi toglie il seno, mi toglie il lavoro…” le disse la paziente abituata a indossare in scena, per ragioni di copione, abiti molto scollati. Lui la rassicurò, poi iniziò a studiare. E fu così che si passò dalla mastectomia alla “quadrantectomia”. Dall’asportazione totale al prelievo della sola parte ammalata. Fu una rivoluzione, una vittoria per noi donne».

Il carisma di Umberto Veronesi fu tale che nacque un movimento culturale oltre che scientifico: « Con lui abbiamo imparato che la malattia si deve estirpare sia dal corpo sia dalla testa. Ci diceva sempre che occorre avere sempre un progetto, un’idea da portare avanti per sentirsi vivi. Era un professionista rigoroso e scrupoloso ma anche un amico leggero e diretto che riusciva a riaccenderti la speranza».

Sul sito di Europa Donna è stato pubblicato un testo di ringraziamento: « Più di vent’anni fa, Umberto Veronesi ha intuito per primo il peso e l’influenza che le donne possono avere nelle decisioni riguardo la propria salute. È grazie a lui, e alla sua visione, se oggi abbiamo raggiunto tanti traguardi. Continueremo il nostro cammino insieme, nel rispetto delle sue idee, anche nel nostro territorio.
#GrazieProf per …..»

di
Pubblicato il 09 novembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.