Varese News

Gallarate/Malpensa

Estorsione, si presentano armati di pistola e chiedono10mila euro

I carabinieri sono partiti dalla denuncia di un imprenditore novarese, che è stato minacciato direttamente e attraverso i familiari

rapina carabinieri
Arma (giocattolo) in pugno si erano appropriati di 36 mila euro all'interno dell'ufficio postale di Rescalda, frazione di Rescaldina, ma sono stati subito arrestati dai carabinieri di Legnano e di Desio

Due uomini residenti a Ferno e Somma Lombardo, nel Varesotto, sono state arrestati dai carabinieri di Novara per un’estorsione avvenuta appena oltre il confine della provincia, a Borgo Ticino.

arrestati-ferno-somma-lombardoAgli inizi di novembre 2016 un imprenditore di Borgo Ticino aveva denunciato di essere stato avvicinato da due soggetti armati di pistola che, con metodi spicci, tipicamente utilizzati negli ambienti malavitosi, gli avevano chiesto il pagamento di 10.000 euro in contanti ponendo la richiesta in relazione con il recente acquisto di un immobile da parte della stessa vittima. Nei giorni successivi le minacce, talvolta velate e talvolta esplicite, avevano anche coinvolto ed allarmato anche altri componenti del nucleo familiare del imprenditore, che ha poi denunciato l’episodio.
Le indagini, immediatamente attivate e condotte dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Novara, hanno avuto un positivo sviluppo nei giorni scorsi quando sono stati arrestati i due estorsori, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Novara, dott.ssa Nutini, su richiesta del pubblico ministero dott. Andrigo.

Gli arrestati sono Sasso Antonio, 49enne, e Murano Francesco, 53enne, residenti a Somma Lombardo e Ferno, rintracciati dai carabinieri presso le loro abitazioni e portati in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Carabinieri e Procura hanno scelto di divulgare le immagini dei due presunti estorsori perché sono stati avvistati anche in passato in zona e ulteriori segnalazioni potrebbero essere utili alle indagini.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.