Varese News

Varese Laghi

I pompieri creano una onlus: “Dateci una mano per comprare mezzi e dotazioni”

In un sito le motivazioni del progetto: “Supportare l'operato del distaccamento dei vigili del fuoco di Luino anche con l'acquisto di materiali, automezzi e attrezzature”

Avarie
Foto varie

Quattro automezzi di soccorso, due autopompe e due fuoristrada di cui uno dotato di modulo antincendio. Poi: due mezzi nautici, una pilotina e un gommone.

Con queste dotazioni i vigili del fuoco di Luino devono far fronte 24 ore su 24 alle numerose chiamate di soccorso in un territorio vastissimo e molto eterogeneo: dalle emergenze sul lago a quelle legate al passaggio di una linea ferroviaria internazionale, dall’estate coi turisti, all’inverno con neve alta nelle valli.
Ad oggi nella struttura di via Don Folli operano 28 vigili del fuoco professionisti divisi su quattro turni di servizio “h 24” e alla chiamata è pronta ad intervenire una squadra di cinque persone.

In casi di pericolo, come avvenuto per il grosso incendio nel centro storico di Luino lo scorso inverno, gran parte del personale è accorso per spegnere le fiamme anche fuori dal servizio: molti vigili abitano nelle vicinanze.

E dall’ottobre scorso, proprio per supportare questa attività, è nata L’Associazione amici dei pompieri di Luino Onlus, che – si legge nel sito appositamente realizzato – “ ha lo scopo di supportare l’operato del distaccamento dei vigili del fuoco di Luino anche con l’acquisto di materiali, automezzi e attrezzature, in particolare persegue le seguenti finalità: promuovere, sviluppare ed incrementare l’attività del Distaccamento dei vigili del fuoco di Luino; promuovere le attività di tutela del territorio, della natura e dell’ambiente, con particolare riferimento alle attività di soccorso pubblico e difesa civile e sostenere economicamente le necessità del Distaccamento, raccogliendo fondi da destinare all’acquisto e manutenzione di mezzi, materiali ed attrezzature, da donare o concedere in comodato gratuito, nonché all’aggiornamento del personale”.

Il progetto prevede inoltre la creazione di “iniziative che sviluppino nella popolazione una cultura del soccorso (il prossimo 4dicembre Santa Barbara verrà celebrata a Luino proprio grazie all’iniziativa dell’associazione ndr) e della solidarietà ed in particolare creare un movimento di pubblica opinione a favore del Distaccamento dei vigili del fuoco, sostenere economicamente le necessità di eventuali associazioni e gruppi operanti nell’ambito del soccorso, dell’assistenza sanitaria, previdenziale, sociale, ecc; servizio di mutua assistenza nei confronti dei vigili e delle loro famiglie”.

“Macchina” di questo progetto Massimo Isgrò, da anni vigile del fuoco che opera anche al comando provinciale di Varese, e naturalmente nella sua Luino.

La città lacustre – lo riporta proprio il sito – ha un’altica tradizione legata ai vigili del fuoco, già attivi negli anni ‘40 sempre nella struttura attuale, oramai superata dal punto di vista logistico per via delle diverse alluvioni che ha dovuto sopportare negli anni, ultima delle quali quella dell’autunno di due anni fa. Oggi c’è in progetto l’adeguamento di un immobile nuovo, di proprietà comunale da destinarsi a caserma, nella zona di Voldomino.
Per sostenere l’attività dei pompieri lunensi, è possibile donare con bonifico bancario o tesserarsi.

Questa iniziativa non è l’unica nella zona a sostegno di attività legate ai vigili del fuoco: c’è ad esempio il caso della raccolta fondi avvenuta con successo negli anni scorsi per l’acquisto di un’autoscala per il distaccamento volontario di Laveno Mombello: ora il mezzo c’è e la raccolta fondi continua per concorrere al pagamento del presidio.
Un esempio di come il territorio sia vicino a questi uomini e agli sforzi che fanno ogni giorno per aiutare i cittadini: nell’ultima pagina del sito della onlus luinese sono già diverse le aziende che a titolo di sponsor hanno partecipato al progetto.

di andrea.camurani@varesenews.it
Pubblicato il 01 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.