Varese News

Saronno/Tradate

Tre concorsi per raccontare il territorio, la scienza e ricordare le vittime del terrorismo

La proposta dell'amministrazione comunale che pubblica tre bandi per altrettante forme artistiche di racconto, aperti a residenti e non

centro saronno 141 tour
centro saronno 141 tour

Tre concorsi per raccontare il territorio, la scienza e ricordare le vittime del terrorismo. È quanto ha organizzato il Comune di Saronno che ha pubblicato i bandi aperti a tutti i cittadini o a tutte le persone interessate a parteciparvi per valorizzare gli argomenti proposti.

«I temi oggetto di questi Bandi sono di estrema attualità – spiega Lucia Castelli – Assessore alla Cultura -. L’intento dell’Amministrazione Comunale vuole essere quello di indurre alla riflessione coloro che si avvicinano agli argomenti trattati. Sarebbe bello che le riflessioni siano condivise con chi, associazioni, studenti o cittadini, sia disponibile a proporre il proprio pensiero e ad ascoltare il pensiero altrui, trasformandosi in un insieme sinergico e produttivo di un arricchimento per la nostra Città».

«I tre concorsi coprono tre argomenti differenti – spiega Angelo Veronesi (Lega Nord Lega Lombarda per l’Indipendenza della Padania) -: raccontare il territorio di Saronno, raccontare la scienza e la tecnica ed un ultimo argomento di attualità che riguarda la memoria delle vittime del terrorismo. I concorsi sono rivolti a tutti coloro che condividono le finalità proposte. Non abbiamo vincolato la partecipazione al concorso a nessuno. Possono partecipare i cittadini saronnesi, ma anche chiunque altro intenda cimentarsi nei concorsi e voglia consegnare qualche cosa di bello e di interessante alla Città di Saronno. In particolare i concorsi sono stati pensati per il mondo studentesco e offrono agli insegnanti possibilità di far approfondire agli studenti argomenti di interesse scolastico e di attualità».

«La finalità dei Concorsi – aggiunge Veronesi – è quella di coinvolgere quanti più cittadini possibile per promuovere la cultura in ogni forma possibile. La Commissione che presiedo è partita dall’assunzione che nessuna forma espressiva debba essere esclusa dai concorsi. E’ possibile partecipare ai concorsi scegliendo una delle tre sezioni differenti che riassumono tutte le forme espressive esistenti. La sezione arti visive comprende: pittura, scultura, installazione, fotografia, collage, cartellone con i disegni. La sezione opere multimediali, particolarmente gettonata dai giovani, comprende: filmati, videoclip, audio, gioco, presentazioni multimediali. La sezione testi, come nel più classico dei concorsi, comprende: temi, saggi brevi, racconti, lettere, interviste, poesie.
Voglio cogliere l’occasione per sottolineare il buon lavoro dell’Assessorato, degli Uffici e dei membri della commissione che hanno collaborato fattivamente nella realizzazione di questo progetto. I concorsi “Raccontare il territorio di Saronno” e “Raccontare la scienza e la tecnica” sono volti a continuare il loro effetto anche nel futuro. Abbiamo voluto chiamarli con molta positività: “Primo Concorso”, sottolineando il carattere di continuità che speriamo possano protrarsi anche per i prossimi anni».

Sulla stessa linea Ilaria Pagani (Partito Democratico): «La Commissione Cultura, di cui sono Vice Presidente uscente, ha ampiamente discusso il testo e le finalità dei Bandi di Concorso che oggi l’Assessorato alla Cultura e all’Istruzione si accinge a pubblicare. Ritengo di poter sottoscrivere il bando relativo alla memoria delle vittime del terrorismo poiché abbiamo condiviso e ampliato il testo della Mozione presentata dal gruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale, arrivando a definirne nel particolare gli obbiettivi e la destinazione finale delle opere presentate. In riferimento ai Bandi di Concorso dal titolo “Raccontare la scienza e la tecnica” e “ Raccontare il territorio di Saronno”, pur condividendo l’intento dell’Assessore Castelli nel voler coinvolgere la cittadinanza in una ricerca ed elaborazione dei temi in oggetto espongo le mie perplessità, come sottolineato con forza in commissione, sull’efficacia e la buona adesione ai Bandi in oggetto, considerando che il testo degli stessi abbraccia argomenti di ampio raggio, che i soggetti ai quali sono rivolti siano di estrazione e finalità molto differenti tra loro, che non sia specificata la natura degli elaborati richiesti e che di conseguenza possa risultare molto difficoltosa la valutazione finale. Ciò detto, nonostante in Commissione non siano state recepite le nostre richieste, si darà massima collaborazione affinché le iniziative sopra citate possano avere esito positivo».

Di seguito la sintesi dei tre concorsi illustrati da Veronesi e Pagani:

I° CONCORSO: RACCONTARE IL TERRITORIO DI SARONNO: AMBIENTE, CULTURA, LINGUA, STORIA E TRADIZIONI LOCALI
di Angelo Veronesi (Lega Nord Lega Lombarda per l’Indipendenza della Padania)
L’Assessorato all’Istruzione e alla Cultura del Comune di Saronno in collaborazione con l’VIII Commissione Istruzione e Cultura promuove un Concorso per raccontare il territorio di Saronno.
Gli obiettivi del Concorso sono quelli di raccontare il territorio di Saronno declinandolo a livello ambientale, culturale, di lingua, storia e tradizioni locali con lo scopo di conservare, promuovere e diffondere le memorie del territorio saronnese, siano essere del passato, così come del presente.
Si vuole favorire la creazione di elaborati che favoriscano la conoscenza dell’ambiente locale per promuovere una coscienza della fauna e della flora locale, dell’ambiente nel quale viviamo, del territorio troppo cementificato e delle poche aree verdi esistenti.
Si potrà partecipare al concorso anche con elaborati che promuovano la conoscenza della cultura locale, della lingua locale, della storia locale, degli antichi mestieri locali e delle tradizioni locali di Saronno. Molte associazioni saronnesi interpretano già queste conoscenze nei modi più disparati. Chi parteciperà potrà scegliere di declinare la cultura locale al passato, ricordando quello che si faceva ai tempi dei propri nonni, anche con un po’ di folklore, oppure reinterpretare la cultura locale nel presente, usando anche “slang” tipici del mondo giovanile.
Gli elaborati richiedono che in qualche maniera possano contribuire a promuovere l’educazione dei giovani ad una cittadinanza attiva e partecipata.
Possono partecipare al concorso le seguenti Categorie:
i) studenti di tutti gli istituti cittadini d’istruzione primaria, statali e non statali;
ii) studenti di tutti gli istituti cittadini d’istruzione secondaria di primo grado, statali e non statali;
iii) studenti di tutti gli istituti cittadini d’istruzione secondaria di secondo grado, statali e non statali;
iv) persone fisiche, associazioni, gruppi di persone che siano concordi alle finalità del Concorso.

I° CONCORSO: RACCONTARE LA SCIENZA E LA TECNICA
di Angelo Veronesi (Lega Nord Lega Lombarda per l’Indipendenza della Padania)
L’Assessorato all’Istruzione e alla Cultura del Comune di Saronno in collaborazione con l’VIII Commissione Istruzione e Cultura promuove un Concorso per raccontare la scienza e la tecnica.
Quando ci siamo trovati a discutere di questo concorso, abbiamo valutato che fosse in particolar modo rivolto a tutti coloro che si occupano di scienza e tecnica, siano essi studenti di scuole elementari, medie, licei scientifici o di istituti tecnici, siano associazioni di carattere scientifico e aziende che vogliano far conoscere la propria attività tecnologica alla Città.
Si possono presentare elaborati per raccontare la scienza e la tecnica con l’obiettivo di favorire la cultura scientifica e tecnologica a Saronno, favorire la conoscenza ed i metodi di indagine scientifici e tecnologici, valorizzare la cultura scientifica e tecnologica.
E’ possibile raccontare la scienza e la tecnologia sia con il classico testo di ricerca scientifica scolastica, con il saggio scientifico su argomenti specifici, sia attraverso forme espressive artistiche. Anche in questo concorso abbiamo quindi lasciato tutte le possibilità espressive dedicate al resto dei concorsi, dato che la scienza e la tecnica possono essere raccontate anche attraverso opere artistiche.
Al concorso possono partecipare oltre che gli studenti di ogni ordine e grado, alle associazioni, ai gruppi di persone, anche aziende.
Vogliamo infatti contribuire a creare un circuito virtuoso tra aziende presenti sul territorio e studenti, istituti di istruzione e associazioni scientifiche e culturali. Un circuito virtuoso esiste nel momento in cui si trova un dialogo tra tutte queste realtà.
Il dialogo esiste con la comunicazione.
Le aziende artigianali o industriali presenti sul territorio spiegano quello che fanno e d’altro canto sono a conoscenza delle esperienze scolastiche e associative che possono raggiungere livelli elevati di specializzazione.
Le associazioni presentano i propri lavori.
Le scuole comunicano le ricerche scolastiche e sono flessibili nell’indirizzare i propri studenti ad approfondire tematiche scientifiche e tecnologiche legate anche all’ambito territoriale di appartenenza.

CONCORSO: IN MEMORIA DELLE VITTIME DEL TERRORISMO
di Angelo Veronesi (Lega Nord Lega Lombarda per l’Indipendenza della Padania)
Questo concorso trova lo spunto da un lavoro congiunto del Consiglio Comunale che a seguito di una mozione del gruppo consiliare di Forza Italia nella persona del capogruppo Agostino De Marco, ha deciso di incaricare la Commissione Mista Istruzione e Cultura di promuovere un concorso di idee per onorare la memoria delle vittime del terrorismo, coinvolgendo gli studenti saronnesi o chiunque la Commissione riterrà qualificato, valutando le idee ricavate dal concorso di idee e presentando i risultati al Consiglio Comunale ed all’Amministrazione per concretizzare l’idea in una realizzazione da esporre alla vista ed alle riflessioni dei cittadini.
Chi vorrà partecipare al concorso potrà presentare un elaborato che sia volto a onorare la memoria delle vittime del terrorismo. L’elaborato dovrà favorire una riflessione collettiva sul tema del terrorismo, conservare la memoria di tutti coloro che ne sono stati vittima, favorire la conoscenza della storia recente e contribuire ad educare i giovani alla cittadinanza attiva e partecipata.
La partecipazione a questo concorso prevede, al contrario degli altri concorsi, la cessione dell’elaborato al Comune in modo che possa essere esposto ed utilizzato per le finalità espresse.
Gli elaborati potranno essere utilizzati per essere esposti a luoghi frequentati dai cittadini.
L’argomento richiede una capacità di elaborazione di livello superiore, per cui si è scelto di aprirlo in particolar modo agli studenti di tutti gli istituti cittadini d’istruzione secondaria di secondo grado, statali e non statali, lasciando la possibilità di partecipazione a tutti: persone fisiche, associazioni, gruppi di persone che siano concordi alle finalità del Concorso.
Lasciamo la presentazione del concorso al commissario di Forza Italia Luca Amadio.

CONCORSO IN MEMORIA DELLE VITTIME DEL TERRORISMO: DAI SENTIMENTI ALLE OPERE
di Luca Amadio (Forza Italia)
L’amministrazione comunale saronnese, all’esito di un iter che ebbe il suo inizio in consiglio comunale, ha istituito un concorso in memoria delle vittime di tutti i terrorismi. Ogni cittadino potrà partecipare al concorso, nel rispetto delle regole fissate dal bando che si potrà consultare sul sito del Comune.
L’impegno che si chiede ad ogni partecipante non è di poco conto, come a prima vista si potrebbe pensare. Il tema del terrorismo suscita infatti sentimenti molto complessi, in una gamma che va dallo sbigottimento al dolore atroce, dalla comune indifferenza all’odio contro chi odia. Il compito è quello di cogliere, interpretare e tradurre alcuni di questi sentimenti in opere d’arte. Con ampia libertà di espressione creativa.
Il secondo obiettivo che si preannuncia è quello della condivisione, attraverso uno o più eventi ove ci si potrà confrontare con il senso e con i significati delle creazioni che saranno presentate entro il 2 maggio 2017.
A questo scopo si preannunciano grandi opportunità di riflessione, di incontro e di valorizzazione. Perché le opere non solo rimangano nella memoria, ma possano tornare ad arricchire i sentimenti ed i pensieri di tutti.

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 01 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.