6500 cicogne nel 2016: la metà si ferma al Del Ponte

Il punto nascita di Varese conferma il suo primato a livello provinciale. Tengono bene Gallarate e Busto Arsizio. L'attrattività degli ospedali in provincia

neonato nascita piedini
neonato nascita piedini

Anche per quest’anno il guinnes dei parti spetta all’ospedale Del Ponte di Varese che conferma la superiorità con 3005 nascite .

OSPEDALE DEL PONTE

Il Del Ponte attira partorienti un po’ da tutta la provincia anche per la sua capacità di gestire casi problematici. (leggi i dati completi aggiornati al 15 dicembre dei Nati al Del Ponte)

È stato scelto come punto nascita da 500 donne residenti a Varese. Anche Malnate, con 105 parti, conferma la sua naturale predilezione per il punto nascita di riferimento. 71 partorienti sono giunte da Induno Olona, 63 donne di Arcisate, 53 da Luino, 41 da Gavirate 36 sia da Cantello sia da Carnago sia da Gazzada Schianno, 34 da Bisuschio sia da Lavena Ponte Tresa, 31 da Cassano Magnago ma anche da Somma Lombardo mentre 27 partorienti sono arrivate da Sumirago.

29 donne sono giunte al Del Ponte da Marchirolo, 23 da Morazzone, 21 da Saltrio, 20 da Mornago, 18 da Sesto Calende e da Solbiate Arno.

Il Del Ponte è stato scelto, inoltre, da 43 donne di Tradate, e 42 di Vedano Olona, 29 di Venegono Superiore, 28 di Venegono Inferiore, 27 di Viggiù  e 16 di Travedona Monate.

Da Busto Arsizio sono arrivate in 58 mentre 61 donne di Gallarate si sono spostate da Varese.

OSPEDALE DI CIRCOLO DI BUSTO ARSIZIO

Il secondo ospedale per numero di nascite nel Varesotto si conferma il Circolo di Busto Arsizio con 1331 nati totali finali.
Fino al 17 dicembre, aveva assistito alla nascita di 1260 bambini. La residenza principale della mamme è nella stessa Busto ( il 33,4% con 421 parti), seguono Castellanza con 54 parti, Fagnano Olona con 36, Gorla Maggiore con 12, Gorla Minore con 18, Marnate con 34, Olgiate Olona con 50 e Solbiate Olona con 31. (leggi il dato completo dei Dati di Busto Arsizio)

Dai comuni esterni al bacino, il gruppo di partorienti più numeroso è arrivato da Gallarate con 50 donne, seguito da Samarate con 37, Cassano Magnago e Lonate Pozzolo con 31, Cardano al Campo con 20 e Somma Lombardo con 15. E, ancora,  Varese con 11 donne, Cairate con 9 e Cislago con 5. Da fuori provincia si registra l’afflusso da Legnano con 76 donne gravide, 20 da Rescaldina, 17 da Dairago e 12 da Busto Garolfo.

OSPEDALE SANT’ANTONIO DI GALLARATE

882 parti all’ospedale di Gallarate sino al 30 novembre scorso ( i parti finali saranno 988). ( leggi i dati completi dei parti a Gallarate)

La gran parte dei nati sono residenti nella stessa cittadina ( 250) e dai comuni periferici,  da Cardano al Campo 67, a Cassano Magnago 65 a Somma Lombardo con 45 nati e Samarate con 52 nati. Mamme sono arrivate anche da Busto Arsizio ( 33) Lonate Pozzolo (29) Ferno con 26 e Cavaria con Premezzo ( 21).  L’ostetricia del Sant’Antonio è stato un punto di riferimento anche per 14 partorienti provenienti da Arsago Seprio, 15 da Besnate, 17 da Casorate Sempione. L’ostetricia Gallaratese ha richiamato partorienti anche da fuori territorio: 5 da Arona, 4 da Borgo Ticino, 5 da Castano Primo, 4 da Arconate, 26 da Legnano e 12 da Rescaldina.

OSPEDALE DI CITTIGLIO

519 sono state le nascite al Pia Luvini di Cittiglio fino a metà dicembre ( 538 a fine anno). Il picco dei parti si è registrato ad agosto con 61 lieti eventi. (leggi i dati completi sulle Nascite a Cittiglio)

L’ospedale si conferma un punto di riferimenti per le partorienti di Luino (67) , Laveno Mombello (32) e Leggiuno (21). 17 donne sono arrivate da Besozzo, 11 da Brebbia, da Brenta, Germignaga e da Castelveccana, 12 sia da Caravate sia da Cittiglio, da Sangiano e da Grantola. Hanno scelto il reparto nascita di Cittiglio anche 17 donne di Gavirate e 18 di Cuveglio. 14 infine sono state le partorienti da Gemonio, 11 da Maccagno, 8 da Mesenzana e 6 da Porto Valtravaglia.

di
Pubblicato il 01 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.