Varese News

Varese Laghi

Sparse 70 tonnellate di sale sull’asfalto di Varese

Arriva la neve: ben 20 tonnellate saranno sparse solo questa notte (tra il 9 e il 10 gennaio)

Ve ne siete accorti? Il Comune ha fatto un’abbondante scorta di sale. Basta guardare l’asfalto in questi giorni (la foto è di piazza Libertà).

Abbiamo chiesto a Palazzo Estense di farci i conti. Sono 50 tonnellate quelle già sparse da novembre a oggi, mentre altre 20 tonnellate saranno sparse la sera del 9 gennaio, a partire dalle ore 19.

Risultato: il 10 gennaio il conto sarà il seguente: 70 tonnellate di sale depositato sulle strade di Varese

(nel video, la salatura in piazza Libertà a Casbeno)

IL PICCO DEL 9 GENNAIO

E’ prevista neve e dunque dalle 19 partirà l’intervento di salatura preventiva delle strade della città. Sono operativi 11 mezzi spargisale che getteranno sulle strade, come si diceva, oltre 20 tonnellate di sale. I mezzi effettueranno un percorso di circa 200 chilometri nei vari passaggi sulle strade, contando anche quelle vie che necessitano di più passaggi di salatura.

CONSIGLI

In caso di nevicate, anche deboli, il Comune consiglia ai cittadini di evitare l’uso dell’automobile e comunque si ricorda l’obbligo di avere gomme invernali o le catene a bordo del proprio veicolo.

IL DIARIO DELLE SALATURE

L’Ufficio strade dal mese di novembre tiene un “diario delle salature”. Gli interventi sono divisi in due: i “puntali“, ovvero quelli  chiamati per un bisogno immediato, e gli “estesi“, come quello della serata del 9 a seguito di previsioni meteo. A cosa serve? Per evidenziare le strade che necessitano più interventi e avere un quadro generale che serva a migliorare e razionalizzare gli interventi, al fine di non sprecare sale e utilizzarlo meglio.

Spargi sale

L’APPALTO

Il comune di recente ha cambiato il contratto con i privati. “Abbiamo un servizio migliore a costi più bassi – afferma l’assessore ai lavori pubblici Andrea Civati – perché si è allungato il tempo di durata del contratto. L’appalto prevede quattro zone in città.  Due ditte si sono aggiudicate due zone per ciascuno. Siamo in allerta in questi giorni e monitoriamo il maltempo” conclude l’assessore Andrea Civati.

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 09 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Uno spreco enorme, una rovina per il manto stradale e per le automobili che ci passano sopra.
    Una fonte di inquinamento per le piante limitrofe.

    L’unica cosa positiva è il portafoglio delle aziende appaltatrici che hanno compiuto questa oscenità.
    Mi chiedo cosa facciano in Svezia e Norvegia. Strade come insalatiere? Non credo proprio.

  2. Scritto da mike

    Speriamo che non porti male…..!

  3. Scritto da stefano_rocca

    Far funzionare poi la fontana della piazza della questura ove si forma ghiaccio a causa della fuoriuscita di acqua è proprio da geni, a voglia poi a buttare sale….passato con lo scooter stamani ho dovuto allargare la traiettoria per non finire per terra…vedremo domani quando arriverà la nevicata cosa succederà…sale e sabbia eventualmente si buttano quando il manto stradale è umido mica quando è secco…mah

  4. Scritto da mike

    D’accordo con @Felice. Spreco davvero assurdo ed inutile. Il manto stradale, già in pessime condizioni, non potrà che peggiorare. Nei Paesi scandinavi probabilmente aggiungono anche olio e aceto…..! Scherzi a parte, mi auguro almeno che se e quando davvero sarà necessario intervenire, spazzaneve e mezzi spargisale non manchino.