“Al Molina stiamo indagando anche su altro”

Tra pochi giorni il commissario riferirà in Regione di che cos'ha torvato nelle carte. Ma intanto ha parlato con una nota stampa

Molina Regione Lombardia Commissione Sanita

Il commissario della Fondazione Molina, Carmine Pallino, interviene sulla vicenda del ricorso al tar (leggi l’articolo) intentata da 4 ex membri del cda contro la loro rimozione decisa a novembre dalla Regione Lombardia. In una nota ufficiale, il commissario afferma che “continua a lavorare per le attività da svolgere nell’ambito delle quali si stanno rilevando dei fatti ritenuti degni di ulteriore e serio approfondimento e che saranno resi noti nei tempi e nei modi previsti alle autorità preposte”. (foto, la riunione della commissione regionale sanità)

Pallino tuttavia scrive una frase che appare già significativa: “Vi posso anticipare che i rilievi mossi non riguardano solo la ben nota vicenda di taluni prestiti obbligazionari sottoscritti”. 

La nota del commissario straordinario colpisce per almeno due motivi: il primo è che da queste parole si capisce che, nella sua ricognizione, il commissario ha trovato anche altre problematiche oltre a quelle finora emerse sulla stampa. La seconda è che il Commissario, nella nota, usa il plurale, cioè non parla di un prestito obbligazionario solo, ma  di “alcuni prestiti obbligazionari”.

“In merito al contenzioso – specifica inoltre il commissario Carmine Pallino -. essendo l’azione rivolta anche contro la Fondazione Paolo e Tito Molina onlus, questa interverrà nelle sedi competenti anche con riferimento a quello che i legali di controparte a pagina 4 del ricorso definiscono gestione virtuosa della presidenza Campiotti“. Il primo febbraio Pallino parlerà davanti alla commissione conoscitiva del consiglio regionale ed esporrà i risultati della ricognizione interna”.

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 27 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.