Al Peggy Guggenheim lo scettro italiano su Instagram grazie a 85mila follower

Un'indagine dell'Osservatorio Digitale del Ministero dei Beni e delle Attività culturali fotografa la presenza sui social dei Musei su Facebook, Twitter e Instagram

Arte - Mostre

Se ormai il mondo è social, anche l’arte deve essere social. Lo sanno ormai molti musei e spazi espositivi che condividono quotidianamente il loro immenso lavoro anche sui social network. Secondo un’indagine condotta dall’Osservatorio Innovazione Digitale del Ministero dei Beni e delle Attività culturali il 52% dei musei presi a campione possiede un account “social” con una presenza maggiore su Facebook (51%), a seguire Twitter (31%) e Instagram (15%).

Inoltre un’analisi condotta sugli account ufficiali di 125 musei italiani, presenti su Facebook, Twitter e Instagram, nel periodo giugno-novembre 2016 ha fornito un quadro della presenza online e social dei musei italiani individuando i servizi più implementati dai musei nel proprio sito web e il riscontro presso il pubblico delle attività social dei musei nei propri account ufficiali.

Dalla ricerca il primo posto su Instagram se lo guadagna grazie ai suoi 85mila followers la Peggy Guggenheim Collection di Venezia, seguono il Triennale Design Museum di Milano e il MAXXI di Roma.

I tre musei con il maggior numero di page like su Facebook sono i Musei Vaticani, seguiti dalla Reggia de La Venaria Reale e dal MAXXI al terzo posto.

Su Twitter, il primo posto per quantità di follower è stato conquistato dal profilo dei Musei in Comune di Roma mentre il MAXXI si attesta al secondo posto e il Museo del Novecento, a Milano, conquista la medaglia di bronzo.

Analizzando i messaggi postati si nota che la maggior parte di essi è di natura promozionale, riguarda la segnalazione di eventi o accoglienza (orari di apertura e promozioni sugli ingressi). Molto apprezzate sono, però, le rubriche in cui vengono proposte opere del museo o racconti di storie che ruotano intorno ad esse, ad esempio su particolari personaggi: solo chi offre contenuti di valore sulle opere esposte e sulle storie che ruotano attorno ad esse, infatti, riesce a creare engagement.

In provincia di Varese se la contendono

Su Facebook: Volandia con 18.255 fans, Villa Panza con 11.580 fans e Museo Maga con 9334 fans.

Su Twitter: il MAP Museo Arte Plastica con 5.100 follower, il Museo Tattile con 2780 follower, il Museo Branda Castiglioni con 2.072 e il Museo Maga con 1740

Su Instagram: Villa Panza con 1377 follower, Museo Maga  con 888, Volandia con 829

di erika@varesenews.it
Pubblicato il 20 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.