Ala: “Consumate 200 tonnellate di sale e non è finita”

Il servizio di salatura è proseguito fino alle 12. Poi si valuterà la situazione

Spargi sale

Notte di lavoro con temperature polari, quella appena trascorsa, con impegno e abnegazione, dagli operatori di ALA, in servizio con mezzi spargisale per contrastare il ghiaccio che, complice il drastico abbassamento della colonnina di mercurio, aveva iniziato a depositarsi sull’asfalto sin dalle ultime ore del pomeriggio.

Le operazioni, rientranti nell’appalto neve che Ala ha in carico nei Comuni di Gallarate Magenta e Ossona, sono partite alle 21 di ieri.

A Magenta sono stati impiegati tre mezzi spargisale: due di grosse dimensioni, hanno svolto il servizio sia lungo le vie principali che lungo quelle periferiche, mentre il mezzo più piccolo si è concentrato sulle strade interne, sulle rotonde e nei sottopassi. Cinque, gli operatori coinvolti, mentre otto, quelli che hanno preso servizio questa mattina e che saranno impegnati sino a mezzogiorno.

Servizio svolto anche nel Comune di Ossona, dove le attività sono partite alle 22 e si sono interrotte verso le 3, per poi riprendere alle prime ore di questa mattina.
In territorio di Gallarate, la notte appena trascorsa ha visti impegnati cinque operatori con tre mezzi spargisale: due di grosse dimensioni, che hanno percorso le vie a grande scorrimento e uno più piccolo, che ha effettuato il servizio sulle strade di calibro più ridotto e, dunque, di più difficile percorribilità.

Operazioni di salatura anche nei Comuni in cui ALA, pur non occupandosi direttamente del servizio neve ma avendo in carico il servizio di spazzamento strade, ha contribuito sospendendo temporaneamente il servizio di spazzamento meccanizzato delle strade (oltre allo sporco depositato sull’asfalto, le spazzole rimuoverebbero infatti, giocoforza, anche il sale depositato), e impiegando tutti gli operatori che normalmente si occupano dello spazzamento manuale per spargere il sale in prossimità degli accessi di scuole, ospedale, uffici pubblici, piazze, fermate autobus e attraversamenti pedonali.

Il servizio è ancora in corso e, perdurando queste temperature, proseguirà per tutta la mattinata. Verso le 13 si valuterà nuovamente la situazione, per predisporre eventuali, nuovi servizi. Purtroppo il meteo non preannuncia nulla di buono: da lunedì, le temperature dovrebbero conoscere un ulteriore, drastico calo ed è facile credere, pertanto, che ad attendere gli operatori di ALA ci saranno altre notti di duro lavoro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.