Ascensore rotto: l’ospedale chiude la psichiatria

Il guasto si è verificato domenica scorsa. Per sostituire il motore occorreranno 15 giorni, un tempo troppo lungo per poter gestire in tranquillità i pazienti che sono stati trasferiti

ospedale di gallarate
ospedale di gallarate

I pazienti della psichiatria dell’ospedale di Gallarate sono stati trasferiti dalle proprie stanze del Sant’Antonio agli altri plessi dell’ASST Valle Olona.

È successo domenica scorsa, 22 gennaio. L’ascensore si è improvvisamente bloccato: il motore si è rotto irrimediabilmente. È stata subito chiamata la ditta specializzata che ha smontato il pezzo per sostituirlo entro circa 15 giorni.

Due settimane senza ascensore sono sembrate troppe ai dirigenti dell’ospedale che, per evitare possibili disagi o emergenze tra i pazienti, hanno deciso di sospendere i ricoveri e trasferire i pazienti ricoverati.

Al primo piano del vecchio stabile che si affaccia su largo Boito, si trovano anche gli ambulatori di otorino che rimangono aperti ma, nel caso alcuni pazienti non riuscissero a salire le scale, è stato predisposto un piccolo ambulatorio dedicato negli spazi del pronto soccorso.

La rottura ha quindi comportato una riorganizzazione dei servizi ma nessuna interruzione per l’utenza.

di
Pubblicato il 24 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.