Aspem: arriva il freddo proteggete i contatori

Alcune indicazioni per non avere spiacevoli sorprese se la colonnina di mercurio scende troppo giù

Mondi di ghiaccio
Mondi di ghiaccio

Come d’abitudine ASPEM S.p.A. consiglia a tutti clienti, con l’arrivo delle temperature assai rigide previste per il prossimo fine settimana (6 – 8 gennaio 2017), di provvedere a proteggere i contatori dell’acqua più esposti al freddo con materiale isolante ricordando che due o tre giornate con temperature al di sotto dello zero possono essere sufficienti perché l’acqua geli nelle tubature, provocando la rottura dei contatori e i disagi conseguenti alla mancanza di acqua sino alla riparazione.

Gli apparecchi più “a rischio” sono quelli collocati all’esterno dei fabbricati, in locali non isolati o in abitazioni utilizzate raramente e i contatori antincendio degli impianti interni delle ditte.

Cosa fare per evitare problemi? Ecco i consigli di ASPEM:
1 – I vani o le nicchie posti all’esterno dei fabbricati a protezione dei contatori debbono essere opportunamente coibentati, sportello compreso. Basta usare materiali isolanti, come ad esempio polistirolo o poliuretano espanso, facilmente reperibili presso rivenditori del settore edile. Per isolare in modo efficace, lo spessore dei pannelli deve essere di almeno 2 cm. I contatori in locali non riscaldati debbono a loro volta essere rivestiti con materiale isolante (sempre polistirolo, poliuretano espanso o materiali simili).
2 – Non avvolgere le tubature dell’acqua con lana di vetro o stracci: questi materiali assorbono acqua e possono addirittura peggiorare la situazione. Inoltre possono costituire un potenziale luogo di annidamento per insetti e sporcizia.
3 – Naturalmente ogni protezione deve comunque lasciare scoperto il quadrante delle cifre del contatore, per consentirne agli incaricati da ASPEM l’eventuale lettura.
4 – In presenza di contatori collocati in vani o in nicchie esterne ai fabbricati, in locali non riscaldati o non abitati, se la temperatura esterna dovesse rimanere per più giorni al di sotto dello zero, è consigliabile lasciare che da un rubinetto di casa fuoriesca un filo d’acqua (basta il gocciolamento, evitiamo inutili sprechi).
5 – Se i contatori sono in fabbricati disabitati, è consigliabile chiudere il rubinetto a monte del misuratore e provvedere allo svuotamento dell’impianto.
Si ricorda che a norma di regolamento di somministrazione dell’acqua, la cura e la manutenzione del manufatto a protezione del contatore dell’acqua sono a carico del cliente.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.