Botti a Varese: “Non sono mancati, ma meno disagi”

Quattro segnalazioni ai vigili urbani, nessun ferito: se l'ordinanza anti botti" è stata quasi totalmente disattesa, pochi sono stati gli effetti negativi

ordinanza botti capodanno

Il primo minuto del primo gennaio 2017, a dispetto dell’ordinanza “anti botti”– che non vietava del tutto le manifestazioni con fuochi d’artificio e altro, ma ne limitava fortemente l’uso –  a Varese è stato un tripudio di fuochi d’artificio, botti, lanterne e chi più ne ha più ne metta.

Il quartiere più segnalato dai lettori è stato certamente San Fermo, ma non sono mancate manifestazioni visive di ogni genere, sia verso il lago che in altre zone.

Tutto il putiferio oggettivamente percepito ha però portato pochi disagi, almeno alle forze dell’ordine: secondo il consuntivo del comune di Varese, in tutto sono state quattro le chiamate ai vigili urbani, e nessun ferito per i botti.

«Un dato positivo, e statisticamente tra i più bassi – spiegano dal Comune – dimostra l’efficacia dell’ordinanza, anche se oggettivamente non tutti l’hanno rispettata. Sul fronte incolumità delle persone e sicurezza ha funzionato».

 

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 02 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.