Cimitero principale, raffica di interrogazioni per la sicurezza stradale

Il PD ha presentato 3 diverse interrogazioni per chiedere interventi su semafori e attraversamenti pedonali della zona. Ecco quali e perchè

cimitero principale busto arsizio

Semafori “nascosti” e attraversamenti pedonali. Questo è al centro di tre diverse interrogazioni presentate dal Partito Democratico di Busto Arsizio per chiedere la messa in sicurezza della viabilità intorno al cimitero principale della città. Ecco tutti gli interventi richiesti:

Intersezione Via XV Giugno – Via Palestro – Via Togliatti.
“Percorrendo via XV Giugno in direzione di Via Togliatti la visibilità dell’impianto semaforico, presente all’intersezione tra Via XV Giugno e Via Palestro, è praticamente nulla” scrivono nell’interrogazione i democratici sottolinenando poi come “nelle ore di punta si sviluppano lunghe code di veicoli che, dovendo svoltare a sinistra, vanno a bloccare i flussi di traffico in tutte e quattro le direzioni di marcia”. Questo, sommato al fatto che “la segnaletica orizzontale di arresto per l’attestazione dei veicoli è troppo avanzata e finisce per intralciare i mezzi di grandi dimensioni che quotidianamente impegnano l’intersezione (autobus di linea compresi)” e che “anche gli altri impianti semaforici sono poco visibili” porta il PD a chiedere “di procedere, con la massima sollecitudine, alla messa in sicurezza dell’incrocio tra via XV Giugno e Via Palestro mediante la rimozione dell’impianto semaforico e la posa di manufatti per la circolazione rotatoria”.

Ingresso Nord di via Samarate
La richiesta di messa in sicurezza in questo punto nasce dal fatto che “in via per Samarate esiste un attraversamento pedonale in corrispondenza dell’ingresso nord del cimitero” sul quale, purtroppo, “si sono già verificati investimenti di pedoni che, specie quando anziani, hanno perso la vita”. Proprio per questo il PD chiede “se sia intenzione dell’Amministrazione procedere alla messa in sicurezza dell’attraversamento” attraverso “la posa di un idoneo impianto d’illuminazione, semaforo a chiamata, deviazione del tracciato stradale con aiuole spartitraffico”.

Attraversamento pedonale di Via Lonate all’altezza della Farmacia ed illuminazione del prospiciente parcheggio.
Una richiesta simile è quella che riguarda via Lonate, dove nell’ottobre 2015 la Farmacia Paroni ha finanziato la realizzazione di un parcheggio di 43 stalli, in corrispondenza del proprio esercizio commerciale, così da agevolare la fruizione in sicurezza degli esercizi commerciali presenti in quel tratto di strada. In quel caso “l’Amministrazione Comunale ha contribuito alla realizzazione dell’opera facendosi carico della segnaletica orizzontale e verticale e dell’arco posto all’ingresso del parcheggio” ma “l’orientamento Est-Ovest della Via Lonate genera condizioni di scarsa visibilità in relazione agli angoli d’incidenza dei raggi solari in concomitanza del sorgere e del tramontare del sole”. Proprio per questo il PD chiede “di procedere alla messa in sicurezza, anche con eventuale spostamento,  dell’attraversamento pedonale che è molto utilizzato e posto su un’arteria stradale caratterizzata da flussi veicolari molto intensi”.

di
Pubblicato il 17 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.