Croce Rossa ed Sos firmano il “patto” per l’Alto Varesotto

In una nota le due associazioni parlano di un “tavolo tecnico territoriale sulle iniziative sociali e di tutela della salute”. Confermate le postazioni 118 di Luino e Cunardo

Avarie
Foto varie

Il soccorso urgente è cosa seria. Ma lo è anche il trasporto di infermi, e il semplice accompagnamento in ospedale per esami su di un mezzo coi colori “istituzionali”. Per non parlare di tutte le altre attività di sostegno socio-sanitario al territorio.

Per questo l’unione fa la forza – verrebbe da dire – leggendo la nota congiunta inviata oggi dal presidente della Cri di Luino Pierfrancesco Buchi e dal suo collega a capo dell’Sos di Cunardo Fabio Berotcchi.

Nella comunicazione – che riguarda realtà con oltre 300 volontari e 20 dipendenti – si fa riferimento al rafforzamento del legame tra le due realtà attive nell’Alto Varesotto.

Una sorta di “patto” per l’ambito del soccorso e del supporto sanitario al territorio “per costituire”, “un tavolo tecnico territoriale sulle iniziative sociali e di tutela della salute con tutti i maggiori rappresentanti delle associazioni della zona impegnate su questi temi”.

Sos Tre Valli e Cri Luino, pur essendo associazioni concorrenti sullo stesso territorio (lo affermano i diretti interessati) e diverse per la propria storia e per certe dinamiche statutarie, “sentono la necessità di fare squadra contro ogni nuova chimera che vada a creare confusione al cittadino, ma soprattutto a favore di una programmazione delle proprie attività associative che siano rispettose dei contesti locali di riferimento, delle sensibilità dei propri volontari e che vedano un possibile proficuo interscambio di collaborazioni”.

Un fronte comune, quindi, contro la concorrenza che si palesa in altre formule associative che stanno nascendo sul territorio per prestare assistenza in ambito sanitario.

Nella nota si fa pure riferimento al servizio che già oggi viene svolto da Cri Luino ed Sos Cunardo: “Siamo impegnati nei servizi di emergenza/urgenza 118, con due ambulanze convenzionate con Areu (Agenzia Regionale Emergenza Urgenza). Partono una da Luino e l’altra da Cunardo per soccorrere gli infortunati su tutto il territorio del Luinese-Lago Maggiore, della Valganna e Valmarchirolo e spesso anche in Valcuvia dove interviene anche l’ambulanza di Cittiglio. Un territorio vasto e difficile sul quale operiamo ormai da tanti anni giorno e notte, in qualsiasi condizione di tempo, nei giorni feriali come in quelli festivi”.

“Per poter svolgere i servizi di emergenza 118 le nostre associazioni hanno partecipato e vinto una gara pubblica in cui AREU, attraverso la stipula di convenzioni, ci ha assegnato le postazioni di Luino e Cunardo. L’assegnazione è stata fatta al termine di una severa selezione nella quale abbiamo offerto le nostre ambulanze, la professionalità del nostro personale volontario e dipendente e la nostra esperienza pluriennale”.

di
Pubblicato il 24 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.