Dieci persone salvate nell’hotel sotto la slavina

Nel resort a 4 stelle erano presenti in tutto una trentina di persone. Due corpi senza vita ritrovati giovedì

Dieci le persone che finora sono state trovate vive all’interno dell’Hotel “Rigopiano” a Farindola sul Gran Sasso, travolto da una slavina di neve nei giorni scorsi. I soccorritori stanno lavorando per raggiungere tutti i posti possibili dove potrebbero trovarsi altri superstiti della tragedia.

Galleria fotografica

Le prime persone estratte vive dall\'hotel di rigopiano 4 di 6

Le prime sette persone sono state individuate sotto un solaio intorno alle 11 di venerdì mattina, 20 gennaio, e i vigili del fuoco che sono rimasti per ore contatto con loro durante il salvataggio. Sembra si fossero rifugiati nei locali delle cucine, salvati da una bolla d’aria grazie a un solaio rimasto intatto.

Tre le prime persone salvate ci sono la moglie e il figlio di Giampiero Parete, l’uomo che quando è giunta la slavina si trovava fuori dall’Hotel e che ha dato per primo l’allarme. Intorno alle 15.30 è giunta la notizia che le persone esterne vive avrebbero segnalato la presenza di altre persone in una stanza vicina.

I soccorritori hanno lavorato per tutta la notte, in condizioni estreme, alla ricerca dei circa trenta di dispersi che ancora mancano all’appello. Si procede grazie all’ausilio delle fotocellule, ma a ritmi ridotti.

Nel corso della notte le turbine e le ruspe hanno proseguito inoltre il lavoro per liberare la strada che sale all’hotel e consentire una migliore circolazione dei mezzi di soccorso.

Nel resort a 4 stelle erano presenti in tutto una trentina di persone, 22 ospiti , tra cui alcuni bambini, e 7 dipendenti. Da giovedì sono stati estratti due corpi dalle macerie. La Procura ha aperto un’indagine per omicidio colposo.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 gennaio 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Le prime persone estratte vive dall\'hotel di rigopiano 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.