E’ scomparso Piero Viotto, filosofo e pedagogista varesino

Il pedagogista e filosofo che ha anche guidato il liceo Manzoni per 20 anni è morto all'età di 92 anni

piero viotto

E’ morto all’età di 92 anni Piero Viotto, pedagogista e filosofo italiano annoverato tra i più autorevoli interpreti e studiosi del pensiero del filosofo Jacques Maritain nel mondo.

Nella sua lunga carriera accademica ha guidato anche per 20 anni il liceo Manzoni di Varese.

Venerdì 6 alle ore 20 presso la Basilica di San Vittore a Varese verrà recitato il Santo Rosario. I funerali avranno luogo invece Sabato 7 alle ore 9:15 nella Chiesa Parrocchiale di S.Massimiliano Kolbe. Al termine della cerimonia la Salma proseguirà per Pinerolo nella cui  Basilica alle ore 14:45 si svolgerà una seconda funzione dopo la quale la salma verrà tumulato nel Cimitero locale.

Ecco un estratto della sua biografia:

Piero Viotto nasce a Torino nel 1924. Dopo il diploma, nel 1942, inizia ad insegnare nelle Scuole elementari nelle quali pratica il metodo della scuola attiva secondo la metodologia dell’attivismo indicata da Marco Agosti e Vittorino Chizzolini. Si laurea in pedagogia nella Facoltà di Magistero della Università di Torino nel 1947 con la prima tesi in Italia su Jacques Maritain, che, ritenuta degna di stampa, viene pubblicata dalla Editrice La Scuola di Brescia e in pochi anni raggiunge cinque edizioni. Dal 1948 al 1953 è Assistente alla cattedra di Pedagogia nella medesima Università. Nel 1954 passa ad insegnare filosofia e storia nei Licei, e prepara per i suoi alunni una Storia della filosofia in tre volumi, che viene pubblicata dalle Edizioni Marietti di Torino. Insegna Pedagogia alla Scuola per Assistenti Sociali dell’Onarmo a Torino e dal 1964 fino al pensionamento è preside di ruolo nei Licei. È chiamato da Aldo Agazzi negli anni 1976 – 1987 e incaricato dell’insegnamento della pedagogia nell’Istituto Superiore di Educazione Fisica dell’Università Cattolica di Milano. Partecipa fin dalla sua fondazione, nel 1954, al gruppo di “Scholé”, che riunisce in convegni annuali i docenti universitari cristiani di scienze dell’educazione. Dal 1977 al 1980 dirige la collana “Educazione Scuola Società” della casa editrice Esperienze pubblicando quattordici volumi di giovani ricercatori. Nei medesimi anni collabora con Dino Perego al Comitato Italiano Gioco Infantile del gruppo Adriano Olivetti.

Il lavoro scientifico più importante riguarda una riflessione sistematica sulle opere di Raïssa e Jacques Maritain che si concretizza in cinque volumi nelle edizioni di Città Nuova di Roma, tradotti anche in spagnolo, e un’analisi degli scritti di filosofia di Montini Paolo VI preparando un’antologia sistematica dai tempi dell’assistentato alla Federazione Universitaria Cattolica Italiana fino al periodo da Arcivescovo di Milano e infine da Pontefice.

Fin dalla fondazione fa parte del consiglio scientifico dell’Institut International Jacques Maritain di Roma.

(fonte: Wikipedia)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.