Varese News

Varese Laghi

Egidio Calvi lascia: commosso saluto del sindaco di Bardello

La decisione maturata per motivi di salute. Il primo cittadino ha affidato a una lettera le ragioni della sua difficile scelta. Non ci sarà commissariamento

Bardello al voto (inserita in galleria)
Bardello al voto (inserita in galleria)

Egidio Calvi ha lasciato l’incarico di sindaco di Bardello. Lo ha annunciato nel corso dell’ultimo consiglio comunale suscitando vera commozione tra i presenti.

Con una lunga lettera, il primo cittadino ha spiegato la sua decisione legata a motivi di salute, dopo due anni e mezzo di governo del paese.

Questo il testo: «Mi trovo a scrivere ciò che mai avrei voluto. Quello che sto per comunicarvi mi costa sacrificio, ma non ho alternative: purtroppo le mie condizioni di salute non mi permettono di continuare a svolgere l’incarico di Sindaco. È giunto il momento di concentrare tutte le mie energie e le mie risorse su me stesso e di prendermi cura di me come mia unica occupazione. Sapete perfettamente che, se ho maturato questa decisione, è perché non è più differibile.

Mi costa sacrificio, come ho detto, perché non sono abituato a lasciare incompiuto un lavoro che mi è stato affidato. Tuttavia, sono sereno perché so che chi mi sostituirà temporaneamente è un amico, prima che un Collega amministratore, e farà di tutto per portare avanti il nostro lavoro con la mia stessa cura e la mia stessa dedizione: in questi mesi mi ha affiancato e supportato meglio di chiunque altro e questo rende la mia decisione, se possibile, un po’ meno difficile.

A te, Luciano Puggioni, va quindi il mio primo grazie: innanzitutto per ciò che hai fatto finora e poi per tutto quello cha farai d’ora in avanti. Poi mi sento di ringraziare anche l’altro nostro assessore, il Sig. Giuseppe Maruti: grazie per esser passato da un supporto teorico a una collaborazione fattiva ed efficace. Se prima ci guardavi lavorare dall’esterno, poi ti sei reso disponibile a dare una mano, facendo parte della squadra, spendendoti senza riserve.

Anche agli altri Colleghi Consiglieri, di maggioranza e minoranza, va il mio pensiero e il mio grazie per il lavoro svolto e per tutto ciò che avete fatto per il bene di questo nostro paese. In questo momento mi sento di chiedervi di fare del vostro meglio perché, al di là delle divisioni politiche, ciascuno sia animato dalla volontà di migliorare questo che è – e resta – il paese di tutti.

Un pensiero di gratitudine va anche a tutti i dipendenti comunali e in particolare al segretario comunale: grazie per il vostro lavoro e per lo sforzo quotidiano di conciliare la burocrazia e le norme con le richieste che noi amministratori avanziamo. Senza di voi e senza la vostra collaborazione, non potremmo realizzare nulla e pertanto vi sono riconoscente per ogni vostro sforzo.

Non posso non ringraziare anche ciascuno di voi, Carissimi Concittadini. Voi sapete che dal primo giorno del mio mandato ho cercato di fare tutto ciò che era in mio potere per migliorare le condizioni del nostro paese. E la soddisfazione più grande non è tanto vedere tutto ciò che siamo riusciti a fare (ed è comunque tanto e ci sarebbe di che esser soddisfatti, a ragione…); la soddisfazione più grande sono l’affetto e la stima che ciascuno di voi nutre nei miei confronti: a coloro che mi hanno sostenuto e appoggiato durante la campagna elettorale, si sono aggiunti tanti che prima non sapevano nemmeno chi fossi e che ora mi considerano il loro primo Cittadino, il loro Sindaco appunto; tanti che, vedendo il frutto del lavoro di questi due anni e mezzo, mi regalano attestati di stima che per me valgono più di qualunque altra cosa. Grazie a voi, dunque, Carissimi Concittadini, per il vostro sostegno, per il vostro affetto e anche per le vostre critiche costruttive.

Continuate a partecipare alla vita del nostro paese perché, solo con il contributo di tutti, si può migliorare la vita di ognuno di noi in questa comunità.

Il vostro Sindaco»

Il ruolo di sindaco è stato assunto dal vice Luciano Puggioni che guiderà l’amministrazione fino alla prossima scadenza elettorale che cadrà in primavera. L’avvicendamento è possibile perchè il sindaco  è impossibilitato per motivi di salute a proseguire nel suo mandato. La formula prevede che si possa cos’ì proseguire sino alla prima finestra elettorale utile. 

di alessandra.toni@varesenews.it
Pubblicato il 13 gennaio 2017
Leggi i commenti

Foto

Egidio Calvi lascia: commosso saluto del sindaco di Bardello 2 di 2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.