Faberlab insegna il 3D ai futuri architetti russi

Confartigianato e Università di Astrakhan sottoscrivono un accordo sulle nuove tecnologie digitali e la stampa 3D in architettura e nell’ingegneria civile con l’obiettivo di favorire la formazione specialistica degli studenti e attuare programmi innovativi nel modeling grazie all’esperienza di Faberlab

Quello che accade nel mondo, spesso fa riflettere. Un esempio: è più semplice firmare un accordo di collaborazione con la Russia, che gestire l’apparato burocratico che soffoca le imprese italiane. Dall’esempio si è passati velocemente alla pratica perché ad aver sottoscritto un accordo con l’Università statale di Architettura e Ingegneria Civile di Astrakhan (nella figura del rettore Anufriev Dmitry Petrovich, titolare anche di una cattedra di design), il 30 dicembre 2016 è stato Confartigianato Imprese Varese.

L’intesa, voluta dal Ministero dell’Educazione e della Scienza della regione di Astrakhan, vede il pieno coinvolgimento di Faberlab e si pone come principale obiettivo la condivisione delle conoscenze delle rispettive parti nel campo dell’applicazione della stampa 3D e delle nuove tecnologie digitali proprio nell’ambito delle costruzioni. A dare piena attuazione all’accordo sarà la volontà di stabilire relazioni sempre più salde tra Confartigianato e l’ateneo russo, per favorire la formazione specialistica degli studenti, la ricerca e l’attuazione di programmi innovativi che passeranno dal trasferimento delle tante esperienze di cui ha fatto tesoro, in questi ultimi anni, proprio Faberlab.

Perché sarà grazie al laboratorio digitale di Confartigianato Varese che gli alunni dell’Università di Astrakhan potranno dare un’impronta diversa ai loro studi. Ed è facile capire come: tra l’Associazione varesina e la Russia non ci saranno semplici scambi di informazioni ma una continua contaminazione che passerà da seminari, conferenze e consulenze. Ad essere coinvolti, ovviamente, saranno anche i docenti perché Faberlab è un luogo dove le più diverse teorie nel campo dei processi di modellazione sono entrati nella vita quotidiana delle imprese, dei giovani e dei professionisti come architetti e designer.

Un lavoro di approfondimento, quindi, che non farà solo leva sul trasferimento dei saperi professionali ma anche, e soprattutto, sulla reciproca implementazione delle tecnologie nell’ingegneria civile. È questo che ci si aspetta da questa collaborazione tra Confartigianato Varese e l’Università di Astrakhan: modernizzazione dei metodi di ricerca scientifica e training a tutto campo con l’invito agli studenti russi di partecipare qui sul territorio varesino a conferenze e convegni. Ma anche ad apprendere come al Faberlab si riesca a mettere in relazione fra loro proprio gli atenei e i centri di ricerca con le esigenze pratiche di chi deve lavorare su strutture e modeling.

A completare l’accordo, l’invito ricevuto da Confartigianato Varese e Faberlab dall’Università russa per partecipare nell’aprile 2017 al Forum del Mar Caspio dedicato all’innovazione e alla stampa 3D.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.