Ferrero lotta e segna, Johnson bell’addormentato

L'ala torna a lasciare il segno in coppa come lo scorso anno, la guardia USA inizia a fare canestro a partita compromessa. Cavaliero e Kangur ancora "assenti", buone cifre per Eyenga e Anosike

Openjobmetis Varese - Ventspils 82-88

JOHNSON 5,5 – Abbiamo provato a digitare “6” sulla tastiera ma non ci siamo riusciti. Non è concepibile rivedere una prestazione da 22 punti maturata quasi per intero a partita già persa. Lo aspettiamo quando il margine tra Varese e gli avversari sarà più ridotto in avvio di ultimo quarto: se ripeterà una prova come questa gli daremo otto.

ANOSIKE 6 – Cifre buone, impatto così così per il pivot che prova a fare il suo – 12 punti e 11 rimbalzi – ma nel complesso gli manca quello sprint in più che potrebbe portarlo a essere un giocatore davvero di primo piano. Caja lo loda per aver aperto spazi a Eyenga, speriamo che confermi con Torino questo momento positivo.

MAYNOR 5 – Meglio, decisamente, rispetto al nulla delle nebbie cremonesi, però in difesa rimane una voragine per sé e per i compagni di squadra, costretti ogni volta a tappare il buco. Peccato perché in attacco, nonostante un arbitraggio penalizzante, il suo lo fa (5 assist).

BULLERI 6 – Professionista esemplare, gioca ogni sera come se fosse una partita di quelle che ha disputato a decine, quelle con in palio i titoli veri. Altro biancorosso, però, rovinato dai grigi.

CAVALIERO 5 – Altra prova senza alcun acuto. Zero punti in un quarto d’ora, qualche tentativo di difesa non sempre andato a buon fine. Deve risollevarsi assolutamente.

KANGUR 5 – Idem come sopra: da lui come dal capitano ci si aspetta quanto meno una frustata d’orgoglio, invece KK continua nel suo calvario che non gli permette di incidere sulla partita.

FERRERO 7 – Torna il “Boniek” biancorosso, il “bello di notte” capace di lasciare il segno sulle partite di Coppa. 12 punti, tre triple a segno, tanti minuti di spessore anche contro gente più grossa ed esperta. «Giancarlo! Giancarlo plays with heart, plays for the team» (cit.).

EYENGA 6,5 – Premiato dalle cifre, perché alla fine mette 21 punti con buone percentuali e porta a casa anche 4 stoppate (!). Detto questo, a nostro parere si prende una quantità di tiri eccessiva, un terzo del totale, costringendo spesso i compagni a fargli da portatori di palloni, quindi preferiamo non eccedere con il voto finale.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 04 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.