Fuori da scuola “spunta” il nuovo pulmino

Lo scuolabus è arrivato nei giorni scorsi e servirà oltre Bodio, i Comuni di Cazzago Brabbia e Inarzo: "Era uno degli obiettivi principali - dice il sindaco - vincere le difficoltà finanziarie e assicurare un servizio adeguato"

bodio lomnago
varie bodio lomnago

Uno scuolabus nuovo per gli alunni di Bodio Lomnago, Inarzo e Cazzago Brabbia. E’ arrivato nei giorni scorsi e per i bambini, che non se l’aspettavano, è stata una bellissima sorpresa.

Se lo sono trovato fuori da scuola, giallo brillante e sono rimasti a guardarlo come quando papà torna a casa con la macchina nuova.

“Questo era uno degli obiettivi principali della nostra amministrazione: vincere le difficoltà finanziarie e riuscire ad acquistare un nuovo scuolabus per assicurare un servizio adeguato in condizioni di massima sicurezza per i nostri bimbi – dice il sindaco Eleonora Paolelli -Si tratta di un veicolo di nuova generazione, che garantisce la massima efficienza, economicità di esercizio e soprattutto sicurezza. I Comuni che utilizzano con noi il servizio, Cazzago e Inarzo, ci hanno dato una grossa mano con il vecchio scuolabus ma ormai i costi di manutenzione erano diventati troppo elevati e così la nostra amministrazione si è accollata gli oneri dell’acquisto del nuovo mezzo.  I nostri bimbi potranno andare in gita e visitare luoghi un po’ distanti da quelli attorno al paese”.

Lo scuolabus è un Iveco Daily Pop attrezzato per il trasporto di 30 allievi, più un accompagnatore e il conducente. Dopo la benedizione data da Don Carlo, lo scuolabus è subito partito per il primo trasporto. Alla guida Roberto Zanoletti l’autista, dipendente comunale, che da sempre accompagni i bimbi a scuola e nelle gite.
“Riteniamo importantissimo investire sulle politiche educative e su tutto ciò che le rende maggiormente fruibili, come il trasporto scolastico che costituisce un servizio fondamentale da offrire alle famiglie. Lo scuolabus è un investimento per il futuro dei nostri bambini”, conclude il sindaco.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.