Varese News

Varese Laghi

Furto al museo: trafugati vasi antichi

Indagine dei carabinieri di Monza, sentiti alcuni dipendenti comunali come testimoni

villa mirabello
via Morosini

I carabinieri che indagano sono gli stessi che hanno ritrovato e riportato in Italia i capolavori dei maestri veronesi dall’Ucraina, ma l’inchiesta è po’ meno internazionale. Sono spariti alcuni reperti della vasta collezione storica del museo civico di Varese. Un tombarolo? Una cattiva conservazione? Non si sa, ma qualcuno, in comune, ha pensato che si tratti di un furto perché è partita la denuncia ai carabinieri del Nucleo tutela patrimonio di Monza a cui la Procura ha dato delega per le indagini. (nella foto, il museo civico di Villa Mirabello)

L’inchiesta è in corso, ma il fatto è top secret e pochissime persone ne erano a conoscenza a Palazzo Estense; nemmeno molti assessori dell’attuale giunta sono stati finora informati. Secondo le indiscrezioni raccolte si tratterebbe di due vasi antichi, del valore dei qualche migliaio di euro, che erano stati deposti in un magazzino. Il furto non è chiaro quando sia avvenuto, ma la segnalazione è dei mesi scorsi.

Secondo quanto trapelato finora, non è al momento chiaro se i vasi siano scomparsi un anno, due o cinque anni fa, ed è proprio questa mancanza di certezze sulle date della sparizione a complicare le cose.

Del furto non era a conoscenza l’ex assessore alla cultura Simone Longhini, probabilmente perché la denuncia è stata fatta dopo il mese di giugno (a Varesenews risulta a dicembre). L’attuale assessore Roberto Cecchi è invece a conoscenza dell’episodio: “E’ vero, lo posso confermare, ma l’indagine dei carabinieri si sta svolgendo con molta discrezione e io non ho al momento alcuna relazione da parte degli uffici che mi abbia infirmato sugli sviluppi”.

Anche il nuovo direttore dei museo civici di Varese, Daniele Cassinelli, è stato informato, e dallos corso dicembre sono stati avviato una serie di controlli per la catalogazione e la messa in sicurezza delle opere.  Tuttavia i carabinieri hanno già sentito come testimoni alcuni dipendenti del comune di Varese. Non ci sarebbe alcun indagato, ma l’inchiesta procede.

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 11 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.