Gassman o Verdone? Il Baff cerca il super-ospite

Sono questi i due nomi che circolano nell'ambiente a meno di due mesi dall'inizio della quindicesima edizione della rassegna cinematografica di Busto Arsizio. Scelti i film per il concorso scuole

carlo verdone alessandro gassman
Foto varie

Alessandro Gassman e Carlo Verdone (le foto sono di Marco Albanese e Matteo Merletto). Sono questi i due nomi che potrebbero impreziosire l’edizione 2017 del Busto Arsizio Film Festival che si svolgerà dal 18 al 25 marzo. Fervono i preparativi e l’organizzazione, guidata da Steve Della Casa, sta trattando con gli entourage dei due grandi nomi del cinema italiano che dovranno occupare la casella dell’ospite d’onore della rassegna.

Il festival, giunto alla sua quindicesima edizione, ha ospitato negli anni nomi importanti del cinema (e non solo) italiano e internazionale da Maria Grazia Cucinotta a Matteo Garrone, da Francesco De Gregori a Peter Fonda.

“Collisioni – Forme e figure dello story-telling giovanile nel cinema italiano contemporaneo” sarà invece il tema del concorso Made in Italy – Scuole che ogni anno porta migliaia di studenti della città e dei comuni limitrofi, nelle sale per vedere uno dei film in rassegna.

Paolo Castelli, curatore della rassegna spiega che la scelta si è indirizzata verso film «che rappresentano tentativi coraggiosi di raccontare l’universo giovanile, dove i ragazzi potranno respirare il proprio mondo e dai quali potrà nascere un dibattito».

Il calendario delle proiezioni è ancora in corso di definizione  ma tra i titoli scelti ci sono “Come diventare grandi nonostante i genitori” di Luca Lucini, “Un bacio” di Ivan Cotroneo, “Indivisibili” di Edoardo De Angelis, “Questi giorni” di Giuseppe Piccioni, “Piuma” di Roan Johnson e “Slam – Tutto per una ragazza”, di Andrea Molaioli.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.