“Il falò inquina come 24 auto in un anno”

Ambiente Saronno Onlus, circolo di Legambiente, attacca il falò di Sant'Antonio in programma il prossimo 17 gennaio

VIII Falò di Sant\'Antonio
VIII Falò di Sant\'Antonio

«L’importante è saperlo». Così Ambiente Saronno Onlus, circolo di Legambiente, attacca il falò di Sant’Antonio in programma il prossimo 17 gennaio, come da tradizione. Sulla propria pagina Facebook il circolo fa alcuni calcoli su quanto può inquinare l’iniziativa, che si svolge in una zona parecchio critica da diversi anni per la presenza di inquinanti nell’aria.

«Considerando i diversi studi e considerando la forte incertezza nel giungere ad una stima realistica (variazione di qualità della legna, di temperatura e umidità della stessa) – spiegano da Ambiente Saronno -, valutando che il falò è una combustione che si avvia all’aperto con legna fredda e umida e siamo nelle condizioni più lontane possibili dalla combustione ideale, si può prendere prudentemente il parametro 20 Kgpm10/ ton.
Ogni grammo di PM10 inquina quindi (cioè supera i parametri di legge PM10 > 50micro gr/metro cubo ) 20000 metri cubi di aria».

Concludono gli ambientalisti: «Un falò di ridotte dimensioni (1 ton) immette quindi nell’aria 20 Kgpm10/ ton, pari all’emissione annua di 24 autovetture medie, che percorrono 15000 km o di 5 mesi di quattro automezzi pesanti che percorrono 35.000 km anno».

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 11 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.