Il fuoco della Gioeubia nasce dalla palude

Nel paese dei longobardi il tradizionale falò è stato associato alla festa celtica di Imbolc: la "cerimonia" inizia con l'arrivo del druido della palude

Gioeubia 2016 Arsago Seprio

Aanche ad Arsago Seprio quest’anno sarà riproposto il tradizionale Gran falò della Giobia collegato all’antica festa di Imbolc. Proprio per questa particolarità si differenzia dagli altri falò della provincia (clicca qui per approfondire).  Già lo scorso anno ha infatti ottenuto una partecipazione contro ogni aspettativa sia all’accensione del falò sia alla camminata notturna alla Palude Pollini organizzata dai Gruppi di cammino arsaghesi.

Il LIVE delle gioeubie su VareseNews: segui preparazione e accensione

Si partirà anche quest’anno alle 19.00 con il tradizionale risotto e luganega per poi camminare in notturna attraverso i sentieri arsaghesi fino alla Palude Pollini ( Bozza di Rugn ) dove verrà accolto il Druido che apparirà dall’oscurità del bosco con la sua fiaccola. Dopo un breve racconto sul significato della festa si rientrerà al parco dove il Druido eseguirà l’accensione del falò accompagnato dalla musica del Corpo musicale.
Il Gran Falò della Giobia è proposto e organizzato con questa formula dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune, l’Associazione Amici della Bozza di Rugn, gli Alpini, il Cai, i volontari del Parco Ticino, il Corpo musicale e i Gruppi di cammino.

«Questo evento va a chiudere le manifestazioni proposte durante il “periodo freddo”» spiega Cristiano Dettoni, presidente della Pro Loco di Arsago Seprio. «in autunno si è tenuta infatti la “Sagra della Terza d’Ottobre” e a Dicembre il “Magico Natale nel Bosco”. Quest’anno possiamo affermare di ritenerci soddisfatti per il riscontro ottenuto dalle nuove idee messe in campo dalla Pro Loco, da poco rinnovata, in collaborazione con il Comune; non ci resta quindi che attendere l’evolversi del fuoco del falò sperando sia esso di buon auspicio per le attività del nuovo anno».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.