Il Monza si dimostra regina: Pro Patria battuta 2-0

Al "Brianteo" i biancorossi si impongono sui Tigrotti nel big match con le reti di Palazzo e Ruffini e volano a +10 in classifica. Espulso Bortoluz per i bustocchi

monza pro patria serie d

Niente da fare per la Pro Patria, il Monza dimostra perché è la capolista del Girone B di Serie D vincendo il big match tanto atteso 2-0. Decisamente cinici i brianzoli, che segnano due reti nel primo tempo, tirando due volte in porta e mostrando una solidità difensiva inscalfibile. Dopo i gol nel primo tempo di Palazzo al 13’ e Ruffini al 27’, il Monza si è chiuso a difesa del risultato nella ripresa, lasciando il possesso palla alla Pro Patria, ma non concedendo praticamente nulla ai tigrotti. A complicare la già non facile situazione ci ha pensato Bortoluz, entrato al 10’ ed espulso al 27’ per un colpo rifilato al difensore biancorosso Ruffini. Il Monza ricaccia così a -10 la Pro Patria, mettendo una seria ipoteca sulla conquista del primo posto e la promozione diretta in Lega Pro.

FISCHIO D’INIZIO – Al “Brianteo” va in scena il big match tanto atteso tra la capolista Monza e la Pro Patria seconda della classe. Mister Roberto Bonazzi non può contare su Colombo, influenzato, ma non abbandona il 3-4-3 con Garbini in difesa con Zaro e Ferraro. In attacco Pedone e Santana a supporto di Cappai. I brianzoli, guidati dall’ex Marco Zaffaroni, si affidano al collaudato 4-4-2 nel quale l’altro ex D’Errico parte dalla fascia sinistra, mentre in attacco ci sono Barzotti e Palazzo. Tanti i tifosi della Pro Patria giunti a Monza pe supportare la squadra in questa partita vitale per il campionato.

IL PRIMO TEMPO – L’inizio gara è frizzante, le squadre partono forte, la Pro Patria accumula angoli ma non occasioni da gol e al 13’ il Monza passa in vantaggio: cross dalla destra di Palesi, Zaro perde il duello aereo con Palazzo, che di testa trova l’angolino per l’1-0. I tigrotti non arretrano, provano ancora a portarsi in avanti, senza comunque impegnare Battaiola, ma al 27’ il Monza raddoppia con un colpo di testa di Ruffini su angolo battuto da D’Errico, anticipando l’uscita maldestra di Monzani e siglando il 2-0. Nel finale di tempo la Pro Patria tenta di rendere meno amaro il parziale, ma prima Disabato calcia alto dal limite dell’area, poi Pedone non sorprende Battaiola in diagonale.

LA RIPRESA – Il primo quarto d’ora della seconda parte di gara passa senza sussulti, con la Pro Patria che tiene il possesso palla, ma non riesce a sfondare nelle strette linee della bene organizzata difesa del Monza. Mister Bonazzi prova a cambiare qualcosa, togliendo Piras e Arrigoni per Bortoluz e Scanu, ma al 23’ i tigrotti rimangono in dieci. Bortoluz si aggancia a terra con Ruffini e l’arbitro vede un colpo proibito dell’attaccante tigrotto, mostrandogli il cartellino rosso. Con l’uomo in più il Monza prova a sfruttare le ampie porzioni di campo concesse, ma al 32’ prima Santonocito, appena entrato, calcia su Monzani in uscita, poi Gasparri a porta vuota spedisce incredibilmente sul fondo.

TABELLINO
Monza – Pro Patria 2-0 (2-0)
Marcatori: al 13’ pt Palazzo (M), al 27’ pt Ruffini (M).
Monza (4-4-2): Battaiola; Adorni, Riva, Ruffini, Origlio; Gasparri (dal 43’ st Ramponi), Guidetti, Palesi (dal 33’ st Cazzaniga), D’Errico; Barzotti, Palazzo (dal 25’ st Santonocito). A disposizione: Confortini, Caverzasi, Costa, Chiarion, Guanziroli, Ramponi, Stronati. All.: Zaffaroni.
Pro Patria (3-4-3): Monzani; Ferraro, Zaro, Garbini; Piras (dal 10’ st Bortoluz), Arrigoni (dal 18’ st Scanu), Disabato, Barzaghi; Pedone, Cappai, Santana (dal 27’ st Mauri). A disposizione: Gionta, Angioletti, Scuderi, Triveri, Santic, Gherardi. All.: Bonazzi.
Arbitro: sig. Di Cairano di Ariano Irpino (Dicosta e Milia).
Note: giornata serena e fredda, terreno in discrete condizioni; Calci d’angolo 4-9; Ammoniti: Guidetti, D’Errico, Barzotti per il Monza; Disabato, Scanu per la Pro Patria. Espulso al 23’ st Bortoluz (PP). Recupero: 0’ + 3’.

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 29 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.