Il tour di Cassani ai Ronchi, tra segnalazioni, partite a carte e gioeubia

Nuova tappa del sindaco nei rioni

gallarate generico

Si è concluso con la visita alla Camelot 3SG e con il rogo della Giubbiana nel giardino interno alla Residenza sanitaria, il “tour” del sindaco Andrea Cassani ai Ronchi.

Il primo cittadino, accompagnato dagli assessori Francesca Caruso (Sicurezza), Claudia Mazzetti (Commercio) e dal consigliere comunale Aldo Simeoni, oggi pomeriggio ha visitato il rione. Punto di partenza via Sciesa, di fronte alla macelleria Duchini dove, puntale, ad attendere la delegazione di Palazzo Borghi c’era un gruppo di residenti. Il capo dell’esecutivo e gli esponenti della giunta hanno raccolto segnalazioni di carattere viabilistico (via Toscanini), in tema di manutenzione delle strade e di manutenzione del verde (via Gonzaga-viale Carlo Noè).

Il sopralluogo è poi proseguito lungo la Sciesa e in via Montello. Tappa d’obbligo al centro diurno dove Cassani non si è sottratto all’invito ad unirsi a una partita a scopone e dove soprattutto gli anziani presenti hanno sottolineato come nel quartiere non ci sia un vero e proprio luogo di aggregazione, ad eccezione di quello ormai storico all’interno del centro sportivo del Torino Club. Impianto che si allargherà con un secondo campo da gioco e che verrà ulteriormente valorizzato dalla posa dell’erba sintetica sul rettangolo principale: i lavori sono iniziati e presto i ragazzi delle Scuola Calcio Marco Parolo potranno allenarsi e giocare su un manto artificiale di ultimissima generazione.

Ultima tappa alla Camelot: qui il sindaco è stato ricevuto dal presidente Giacomo Peroni e dal vicesindaco con delega alle Partecipate Moreno Carù. Una visita utile anche a visionare i locali del bar, ormai inutilizzato da alcuni anni, che potrebbe avere le carte in regola per ospitare la farmacia comunale dei Ronchi, nel caso in cui si decidesse di lasciare l’attuale sede.
Questi i prossimi appuntamenti nei quartieri: giovedì 2 febbraio a Madonna in Campagna e giovedì 9 febbraio a Caiello.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.