In quasi 100 mila per la Madonna della Misericordia

Bagno di folla per il capolavoro di Piero della Francesca. Ottimo risultato anche per il presepe di Artese: 54 mila visitatori

Avarie
Foto varie

Si è chiusa domenica 8 gennaio con grande successo la mostra allestita a Palazzo Marino “Piero della Francesca. La Madonna della Misericordia”. I 34 giorni di esposizione sono stati segnati da un altissimo numero di visitatori: nella sola ultima settimana più di 3.000 persone al giorno sono accorse ad ammirare il capolavoro del Maestro toscano, per un totale di 94mila visitatori.

Un pubblico sempre più affezionato conferma dunque l’esito positivo dell’ormai consolidato appuntamento natalizio con l’arte, giunto quest’anno alla sua nona edizione. Ottimi riscontri anche per il circuito instaurato con Gallerie d’Italia, Brera e Poldi Pezzoli: numerosissimi sono stati i milanesi e i turisti che hanno così potuto accedere, dopo la visita a Palazzo Marino, a tre dei più importanti musei della città a prezzo ridotto.

L’iniziativa meneghina segna l’inizio di una collaborazione tra il Comune di Milano e il Comune di Sansepolcro, che verrà coronata in questo 2017 da due mostre nella città toscana: “Nel segno di Roberto Longhi. Piero e Caravaggio”, dal 4 febbraio al 4 giugno, e “Luca Pacioli tra Piero e Leonardo” dal 10 giugno al 5 novembre.

“Sono molto fiero dell’attenzione che i milanesi e i turisti hanno riservato in questi giorni alla mostra della ‘Madonna della Misericordia’ di Piero della Francesca, allestita in Sala Alessi, con cui abbiamo omaggiato la città durante le feste – ha dichiarato il sindaco di Milano Giuseppe Sala -. Sono stati migliaia i cittadini che hanno deciso di dedicare parte delle proprie giornate di riposo alla scoperta di questa importantissima opera d’arte. Ringrazio di cuore il Comune di Sansepolcro per aver dato a tutti noi l’opportunità di ammirare da vicino e dal vivo il capolavoro di Piero della Francesca. Questo non è che l’inizio di una proficua collaborazione. Ospitando mostre ed esposizioni di così alto livello, sono certo che Milano continuerà a crescere sempre di più sotto il profilo dell’attrattività culturale”.

Un successo fin sopra le migliori aspettative – commenta il Sindaco di Sansepolcro Mauro Cornioli – la mostra di Palazzo Marino ha confermato appieno le sue potenzialità, con migliaia di visitatori da tutto il mondo che hanno avuto modo di scoprire la bellezza dell’arte di Piero, ma anche la cultura e le tradizioni di Sansepolcro, cuore pulsante del Rinascimento italiano. Una splendida esperienza che fa da apripista a quello che si preannuncia un 2017 di assoluta qualità, con mostre e iniziative di caratura internazionale che renderanno la nostra città un avamposto culturale d’eccellenza”.

Curata da Andrea Di Lorenzo e promossa dal Comune di Milano e da Palazzo Reale, la mostra è stata realizzata in collaborazione con la Città di Sansepolcro, grazie al supporto di Intesa Sanpaolo e della propria sede museale milanese le Gallerie d’Italia e con il sostegno di Rinascente e l’organizzazione di Civita.

Altrettanto positivo il risultato raggiunto dal presepe, tornato quest’anno nel cortile di Palazzo Marino con un’opera dell’artista lucano, Francesco Artese: sono stati, infatti, circa 50mila i visitatori che si sono soffermati davanti alla rappresentazione della nascita di Gesù nel cuore di Sassi di Matera, patrimonio mondiale dell’Unesco, creata appositamente per il capoluogo lombardo e offerta dall’Agenzia di Promozione territoriale della Basilicata. Un successo che ha avuto un’importante eco sui social di @turismo.milano che, nei post relativi al presepe, hanno raggiunto 12mila persone su Facebook, 11mila su Twitter e 14mila su Instagram, per un totale di oltre 37mila utenti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.