Investiti dal treno, fu una tragica fatalità

La Procura di Busto Arsizio ha ricostruito la dinamica della morte dei due giovani di 17 e 23 anni che vennero trovati senza vita lungo i binari a maggio del 2016

investimento treno parabiago

Il sostituto procuratore bustocco Nicola Rossato ha chiesto l’archiviazione del fascicolo relativo alla morte di due giovani albanesi di 17 e 23 anni, investiti da un treno nella notte tra il 24 e il 25 maggio del 2016 al confine tra Legnano e San Giorgio su Legnano.

I corpi dei due giovani vennero trovati senza vita la mattina successiva a lato dei binari dalla Polfer. Secondo quanto emerso dalle indagini non vi sarebbero elementi per configurare il reato di omicidio colposo e dai rilievi sul posto e quelli successivi si è potuto ricostruire il tragico incidente dovuto, con tutta probabilità, ad un’imprudenza commessa dai due.

Probabilmente si erano accorti del sopraggiungere del treno ma si sarebbero convinti della possibilità di non essere colpiti pur essendo molto vicini alle traversine. Lungo quel tratto di ferrovia, infatti, scorre un tracciato pedonale ad uso del personale specializzato che si occupa della manutenzione dei pozzetti a lato ferrovia. Probabilmente i due ragazzi – nel tentativo di oltrepassare un tratto impervio a causa della fitta vegetazione, si sono avvicinati troppo ai binari e sono stati colpiti da un treno merci.

I parenti delle due vittime si sono opposti all’archiviazione e hanno chiesto, tramite i legali, di ascoltare la testimonianza del macchinista. Secondo gli inquirenti, però, nessun litigio tra i due, nessuna fuga dopo un furto e nessuna volontà suicidiaria ci sarebbe alla base di quelle morti, dunque, ma solo una tragica imprudenza.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 19 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.