La Casa del Novecento diventa realtà

Sabato verranno inaugurate le attività del Raggruppamento Alfredo Di Dio mentre a febbraio l'assessore alla cultura svelerà il logo e le prime iniziative

villa tovaglieri
busto arsizio villa casa del 900

Inizia a concretizzarsi il progetto della Casa del Novecento, istituita dall’Amministrazione comunale a Villa Tovaglieri per accogliere associazioni culturali e sociali del territorio interessate alla valorizzazione di materiale che rappresenta la loro memoria, soprattutto a favore delle giovani generazioni e degli studenti, attraverso la promozione di attività di ricerca, studio e approfondimento.

L’istituzione, custode della memoria di tutta un’epoca, intende porsi in dialogo con tutte le generazioni e offrire un’occasione di scambio di esperienze e prospettive tra passato, presente e futuro.

Al momento fanno parte del progetto la sezione locale dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, La Famiglia Bustocca, l’Archivio Fotografico Italiano, l’Associazione Amici di Angioletto Castiglioni e l’Associazione Raggruppamento divisioni Patrioti “Alfredo di Dio” che proprio sabato 28 gennaio alle 11.00 inaugura le attività della Casa del Novecento con la presentazione del nuovo portale www.museopartigiano.it (ad oggi ancora in costruzione, ndr).

Il sito permette la consultazione di tutta la documentazione del Raggruppamento sulla Resistenza nell’Alto Milanese e in Val d’Ossola, custodita in parte nella nuova sede di Busto alla Casa del Novecento e in parte al Museo della Resistenza di Ornavasso e ora completamente digitalizzata. Nei primi giorni di febbraio l’assessore alla Cultura Paola Magugliani presenterà le attività in programma nei prossimi mesi e il logo della Casa.

Il Raggruppamento Divisioni Patrioti Alfredo Di Dio è un’associazione costituita nel 1963 da personaggi storici della Resistenza: Luciano Vignati di Busto, Aminta Migliari di Gozzano, Giovanni Marcora di Inveruno, con lo scopo di “salvaguardare lo spirito della Resistenza e mantenere gli ideali di indipendenza democrazia, libertà e civiltà propugnati nella lotta di Liberazione” ed anche “glorificare i caduti per la Lotta di Liberazione ed eternarne la memoria prestando opera di assistenza morale e materiale ai loro congiunti…” nonché propugnare e mantenere vivi gli ideali che sono alla base della nostra Costituzione, attraverso iniziative culturali e di solidarietà.

Possono farne parte i partigiani, combattenti, patrioti del Corpo Volontari della Libertà, i reduci della deportazione e tutti coloro, operai, professionisti, giovani che condividono gli ideali propugnati dalla Resistenza.

Il Raggruppamento Di Dio prosegue la sua attività nella nuova sede intendendo promuovere la diffusione degli ideali della Resistenza, coinvolgendo gli Istituti scolastici, i giovani e le nuove generazioni, in collaborazione con l’Amministrazione e le altre Associazioni partigiane, sociali e d’arma.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.