La Pro Patria inizia bene il 2017: 2-1 alla Virtus Bergamo

I Tigrotti battono i bianconeri bergamaschi con le reti di Piras e Gherardi e guadagnano due posizioni in classifica. Infortunio per Santana

pro patria virtus bergamo

Inizia nel migliore dei modi il 2017 della Pro Patria, che vince 2-1 contro la Virtus Bergamo grazie alle reti di Piras e Gherardi nel primo tempo. Nella ripresa si vede dimezzare il vantaggio da Germani, ma stringe i denti e si porta a casa tre punti fondamentali per iniziare con il piede giusto il girone di ritorno. Doppio salto in avanti in classifica per i Tigrotti, che scavalcano gli stessi bergamaschi e anche il Ciliverghe, sconfitto 3-0 a Levico. Rosicchiati due punti anche alla Pergolettese, fermata sullo 0-0 a Pontisola. Unica nota stonata di giornata l’infortunio muscolare di Mario Santana, che fa tremare i tifosi biancoblu

FISCHIO D’INIZIO – Primo impegno del nuovo anno per la Pro Patria, che ospita la Virtus Bergamo per una sfida di alta classifica. Mister Bonazzi non può contare ancora su Mauri e Bortolaz e in attacco schiera la coppia formata da Santana e Cappai. Nel 3-5-2 tigrotto Disabato è il playmaker affiancato dalle mezzali Arrigoni e Pedone, sulle fasce ci sono Piras e Barzaghi, mentre la linea difensiva davanti a Monzani è formata da Garbini, Zaro e Colombo. Stesso modulo anche per gli ospiti, con Amodeo e Germani in attacco e Morosini da centrocampista tattico pronto a farsi vedere in attacco.

IL PRIMO TEMPO – La gara inizia sottotono, le squadra non si sbilanciano e non arrivano occasioni da gol. La gara sembra virare in peggio per la Pro Patria, che perde Santana al 19’ per un problema muscolare e viene sostituito da Gherardi. Il cambio invece giova ai Tigrotti, che al 30’ passa in vantaggio con Piras, che dal limite dell’area controlla il pallone con la coscia e lo scaraventa in rete con un sinistro potente. La Pro Patria non si ferma e al 37’ raddoppia con Gherardi, servito perfettamente da Disabato, con un destro dal cuore dell’area che si infila all’incrocio. Nel finale la Virtus prova a accorciare, ma la difesa della Pro non lascia quasi nulla e il colpo di testa di Amodeo al 42’ termina a lato.

LA RIPRESA – La prima occasione del secondo tempo è un destro di Morosini al 2’ che si spegne di poco fuori, al quale risponde al 4’ Disabato con un rasoterra che impegna Cavalieri alla parata in tuffo. Al 16’ la Virtus riapre la gara con Germani, che sfrutta un intervento sbagliato di Monzani per siglare il 2-1. I bergamaschi ci credono e iniziano a spingere con maggiore intensità, ma al 21’ Monzani si riscatta respingendo bene di pugni un bolide dalla distanza di Seck. Gherardi al 25’ ci prova da punizione, ma Cavalieri si oppone ancora bene in tuffo. Lo stesso Gherardi al 30’ avrebbe l’occasione di chiudere il match in contropiede, ma il suo diagonale di destro sfila sul fondo. Nel finale però la difesa della Pro prende le misure agli attaccanti e soprattutto a Morosini, sempre insidioso, riuscendo a portarsi a casa la vittoria.

TABELLINO

Pro Patria – Virtus Bergamo 2-1 (2-0)
Marcatori: al 31’ pt Piras (PP), al 37’ pt Gherardi (PP), al 16’ st Germani (VB).
Pro Patria (3-5-2): Monzani; Colombo, Zaro, Garbini; Piras, Arrigoni, Disabato, Pedone (dal 35’ st Santic), Barzaghi; Santana (dal 19’ pt Gherardi), Cappai (dal 44’ st Angioletti). A disposizione: Gionta, Veroni, Tondini, De Vincenzi, Becerri, Casiraghi. All.: Scandroglio (Bonazzi squalificato).
Virtus Bergamo (3-5-2): Cavalieri; Meregalli, De Angeli, Scannapieco (dal 27’ st Redaelli); Somare, Porcino (dal 7’ st Flaccadori), Magrin (dal 41’ st Risi), Morosini, Seck; Amodeo, Germani. A disposizione: Bacuzzi, Deri, Colombi, Martinelli, Mister, Masinari. All.: Madonna.
Arbitro: sig. Acampora di Ercolano (Spremulli e Cavaliere).
Note: giornata serena e fredda, terreno in discrete condizioni; Calci d’angolo 2-5; Ammoniti: Cappai, Monzani per la Pro Patria; Somare, Scannapieco, Seck, Germani per la Virtus Bergamo. Recupero: 1’ + 5’.

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 08 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.