Le telecamere della Rai per il progetto “Sicurezza e Controllo del Territorio”

Il giornalista Maurizio Savarese ha intervistato Roberto Tabano, l'ideatore del progetto che si basa sull’utilizzo dell’applicazione whatsapp per la prevenzione di furti, truffe, vandalismi e scippi

castronno tabano
Foto varie

Da Roma a Castronno per documentare il progetto sperimentale “Sicurezza e Controllo del Territorio”. Mercoledì 25 gennaio sono arrivate in paese le telecamere della trasmissione Rai Parlamento del settimanale Settegioni per approfondire il tema della sicurezza.

Il giornalista Maurizio Savarese ha intervistato Roberto Tabano, l’ideatore del progetto che si basa sull’utilizzo dell’applicazione whatsapp per la prevenzione di furti, truffe, vandalismi e scippi.

Insieme a Tabano sono stati intervistati il sindaco Luciano Grandi, e altre persone incontrare per strada nelle vie di Castronno. Anche il sindaco sostiene che il progetto è funzionale, la Polizia Locale è partecipe nel Gruppo, per cui sempre informata di quello che succede nel paese ed è pronta ad intervenire velocemente all’occorrenza.

A Castronno partecipano attivamente nei tre gruppi del Controllo del Territorio circa 350 persone.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.